Le baby gang sono tornate a Lambrate con la violenza di sempre. L’allarmismo dilaga

Milano

Baby gang pericolose, senza scrupoli, con la violenza che hanno imparato dagli adulti. Le attività criminali vanno dallo spaccio alle rapine improvvisate, le vittime sono spesso minori. Vengono arrestati, ma il fenomeno è in continuo aumento. Lavorano in branco e il loro cinismo nella scelta dei più deboli è una piaga della società.

Lambrate informata racconta quello che è solo l’ultimo episodio “Hanno agito in coppia i soliti ragazzini romeni che “lavorano” sulla linea verde della Metropolitana milanese (prevalentemente nelle Stazioni di Lambrate\Piola\Loreto).

Hanno colpito una ragazza che, alle 14.30 di lunedì 3 febbraio 2020, stava aspettando il convoglio sul mezzanino della fermata Lambrate, strappandole la borsa.

Le urla della vittima hanno messo in fuga i baby ladri che si sono dati alla fuga dileguandosi rapidamente.

Evidentemente la giustizia italiana è risultata inefficace nei confronti di questi minorenni che, sono stati più volte arrestati dalle Forze dell’Ordine, ma risultano ad oggi liberi di fregare il prossimo.”

E purtroppo sono liberi di progettare, di fare. Probabilmente vengono dai campi rom. Probabilmente la rapina è giudicata uno sport. Difficile a volte arginare le azioni improvvise, ma organizzare controlli efficaci si può. E qualcuno pensa ancora che l’allarmismo a Milano sia inutile.

Anna Ferrari

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.