Fisco: Brunetta, “Il Governo abbandoni le politiche assistenziali e segua la ricetta liberale di Forza Italia

Politica

“Secondo le notizie riportate oggi dalla stampa nazionale, il Governo avrebbe stanziato un miliardo di euro in più per il taglio del cuneo fiscale nel 2021, che siaggiungerebbe ai 5 miliardi attualmente stanziati dalla Legge di Bilancio per lo stesso anno e ai 3 miliardi stanziati per l’anno 2020. Il miliardo in più dovrebbe permettere di estendere il taglio del cuneo anche ai redditi tra i 35mila e i 40 mila euro lordi annui. La mossa, peraltro da noi più volte suggerita, va nella giusta direzione di politica economica, quella che un Esecutivo avveduto dovrebbe seguire, consistente nell’abbassamento della tassazione diretta. Tuttavia, le risorse a disposizione per il taglio del cuneo sono ancora insufficienti per poter garantire ai lavoratori quei soldi in tasca che permetterebbero loro di poter spendere di più, aumentando i consumi e, di conseguenza, il Pil.

Occorrerebbero, infatti, almeno una decina di miliardi in più perché il taglio sia efficace. Guarda caso, quelle risorse che potrebbero essere garantite dal taglio delle due costose misure assistenzialiste introdotte dal Governo gialloverde, ovvero quota 100 e reddito di cittadinanza, le quali hanno avuto un impatto pari a zero sulla crescita economica. Questo Esecutivo abbia quindi il coraggio di seguire questo consiglio non richiesto che gli diamo e che si pone in continuità con quanto da sempre proposto da Forza Italia come ricetta per rilanciare lo sviluppo del nostro paese: meno tasse, più consumi, più investimenti sono condizioni necessarie per far ripatire l’economia”.

Lo scrive in una nota Renato Brunetta, responsabile economico di Forza Italia.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.