Grande acume militare: l’Iran si è abbattuto un aereo da solo

Esteri

Oltre all’ovvio dolore per la perdita (assurda) di vite umane, la parte tragica dell’aereo Ucraino abbattuto da un missile Iraniano è che questi clown sanguinari per qualcuno della nostra area politica avrebbero umiliato gli Usa. Militarmente, peraltro.

Non capire assolutamente nulla di geopolitica non è un delitto. Ignorare persino le basi di strategia militare nemmeno. Ma, cari amici sovranisti alla vongole, perché dovete farci cadere tutti nel ridicolo? Il regime di Teheran ha un vasto esercito. E zero competenze in guerre moderne. Come avevamo detto noi, da subito. L’unica cosa che sa fare bene è finanziare i terroristi sciiti dell’area. Fine.

Abbattuto il grande tessitore di rapporti, passati sul terreno del confronto faccia a faccia è iniziato lo show da guitti che ha ammazzato un paio di centinaia di civili, la maggior parte dei quali Iraniani. Con l’episodio più allucinante, ovviamente, riassunto nel fatto che un aereo che stava decollando dall’aeroporto sia stato scambiato per un velivolo nemico. Un aereo che decolla. Che lo ha comunicato alla torre di controllo. Di cui sai tutto (altrimenti non parte).

Un errore, dicono. Sarà. Io ho una tesi concorrente e più sanguinaria. Qualcuno, sentendosi più intelligente degli altri guitti attorno, ha deciso di provare a buttare la colpa sulla reazione degli Usa. In sostanza: “Vedete quegli Yankee cattivoni? Ci hanno abbattuto un aereo di linea”.

Il piano era geniale, nella sua semplicità. Aveva un solo, piccolissimo, difetto. Non c’è stata alcuna rappresaglia Usa all’attacco (finto) sulle sua basi Irachene. Quindi non c’era alcuno da accusare. E così è partito il carnevale Persiano, con le scatole nere negate alla Boeing, le affermazioni, estremamente caute di Trump (che manco insulta gli Ayatollah. Una cosa impensabile) e le accuse di Trudeau (toh, qualcuno ah riscoperto il suo gene Y).

E, infine le ammissioni. Scusateci, abbiamo sbagliato bersaglio. Mamma, ho centrato l’aereo. Ovviamente, ora, è imperativo impedirgli di completare il programma nucleare. Non peraltro, sapete. Ma immaginatevi cosa possono fare questi figli illegittimi di Pippo e Mister Bean con un ordigno nucleare in mano.

Ovviamente, a valle di tutto, il pazzo pericoloso resta Trump. Mica i persiani armati fino i denti con strumenti che non sanno nemmeno come usare. Ma questo è il bello della nostra destra e del suo riflesso rosso, la sinistra dei centri sociali. Sempre contro l’America, a prescindere dai pericoli che questo farà correre al mondo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.