Lorenteggio: la fontana di Piazza Tirana ferma da mesi in attesa di un restauro che non arriva

Milano

Chissà qual è il motivo? Si chiede Urbanfile. Domanda retorica per una fontana abbandonata in periferia. Ma l’incuria è praticamente per tutte le fontane e le vedovelle della città. Descrive Urbanfile “In piazza Tirana all’inizio degli anni 2000, venne ridisegnata una porzione della piazza, dopo il prolungamento della linea tranviaria 14. Una sistemazione decente, con larga vasca fontana e aiuole ridisegnate. Da lungo tempo, come tutte le “fontane” milanesi, è spenta e pronta al degrado.

In una città che vuole diventare campione del green e che usufruisce di pinte offerte dagli sponsor, varrebbe la pena di analizzare dove un albero possa completare uno spazio o ingentilire una zona periferica. Osserva Urbanfile “Per fortuna sul lato di via Paolo Segneri, vennero istallate delle parigine che impediscono il parcheggio selvaggio, anche se il marciapiede, enorme, potrebbe ospitare un’aiuola e un bell’albero. Stessa cosa sul lato opposto, dopo via Inganni, dove si trova il civico 2, spazio molto ampio dove si trova un parcheggio, legalizzato e almeno ordinato (grossomodo), però anche qui ci poteva stare benissimo un’aiuola e almeno una pianta.” La zona soffre la proverbiale incuria, e la lentezza dei lavori. Osserva la testata specializzata “Dobbiamo anche dire che i cantieri della M4 portano via spazio. Speriamo che, dopo la conclusione dei lavori per la riqualificazione di via Giambellino, con la piantumazione di alberature, ma anche la fontana sia risistemata e magari, dopo la conclusione dei cantieri per la M4, anche l’intera piazza conosca il tempo di una rivalsa.” Una speranza, insomma.

Anna Ferrari

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.