Lavoravano in nero in mercati e negozi e percepivano reddito cittadinanza

Cronaca

La Guardia di Finanza di Erba (Como), nel corso di suoi controlli in materia di lavoro nel Comasco, ha scoperto nel corso del 2019  trentanove lavoratori in nero. Tra questi ne sono stati denunciati 2 alla Procura della Repubblica di Como perché, pur essendo percettori del reddito di cittadinanza, lavoravano in alcuni esercizi commerciali. La notizia è del Comando provinciale della Gdf di Como.

Un altro lavoratore in nero, che riceveva anch’esso il reddito di cittadinanza, è stato trovato mentre lavorava dietro un banco del mercato rionale di Erba. “Il lavoratore aveva richiesto il reddito di cittadinanza ottenendo un sussidio del valore complessivo di € 535,85 da maggio a settembre – si legge in una nota – Il lavoratore è stato, pertanto, denunciato per l’omessa comunicazione della variazione del reddito. A carico del datore di lavoro, invece, una maxi sanzione aggravata non sanabile che va da un minimo di €. 2.160,00 ad un massimo di €. 12.960,00”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.