Linate: clochard trovato morto in un parcheggio, con mani e piedi legati con fil di ferro

Cronaca

Un clochard di 42 anni,  Davide Baruffini, italiano senza fissa dimora, è stato trovato morto ieri mattina poco prima delle 11 nel parcheggio dell’aeroporto di Linate, legato mani e piedi con un filo di ferro.

Il cadavere dell’uomo, già noto alle forze dell’ordine dell’aeroporto milanese, che era in un vialetto di servizio ai piedi del parcheggio P2, sul lato di Novegro, presentava una evidente frattura a una gamba e dalla rigidità risultava essere morto già da diverse ore.
Gli agenti della Polaria stanno ora ricostruendo la sua vita per investigare sulle cause della morte. Informata anche la sezione omicidi della Squadra Mobile.
L’aeroporto di Linate era deserto, infatti è chiuso per ristrutturazione dal 27 di luglio e riaprirà solo il 26 ottobre, così come il parcheggio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.