Anche a Milano lo smog si può battere. Col Metano

Milano

Area B è stata la certificazione del fallimento delle politiche ambientali fondamentaliste. La limitazione forzosa della circolazione non ha migliorato l’aria e non ha certo sensibilizzato nessuno al mondo ecologico. Questo perché si preferisce vietare che incentivare e si punta su soluzioni suggestive, ma scarsamente realizzabili (come l’elettrico) invece che sulla concretezza. Che oggi ha un solo nome: Metano.

A parlarcene abbiamo Mariarosa Baroni, Presidente di NGV Itay, una vita al servizio dell’ambiente e dell’industria. L’abbiamo incontrata ieri presso la sede di Snam a San Donato Milanese. L’occasione era la tappa Italiana della Blue Corridor Race, un rally pensato per sensibilizzare sulle tematiche energetiche, in particolar modo legate al Metano.

Agosto è stato un mese straordinario per le immatricolazioni dei veicoli a metano (+34%). Quali sono i fattori determinanti di questo rinascimento verde su ruote? Come ampliarlo in una città come Milano, così spesso col fiato corto?

Si fa tanto parlare di trasporto “eco”, ma ad oggi le soluzioni disponibili  sono solo due: elettrico e gas naturale.  i mezzi elettrici sul mercato sono pochi ed assai costosi, per cui chi decide di cambiare auto ed aiutare l’ambiente a costi contenuti ha un’unica soluzione: il metano, gas naturale che è pulito ed economico. Stiamo lavorando sulla comunicazione per ampliare la crescita su Milano, che si tradurrebbe in  un grande vantaggio per l’inquinamento dell’aria.

La qualità è il vostro motto, nella crescita del mercato. In cosa differiscono le migliori automobili oggi, rispetto a qualche anno fa?

Qualche anno fa le auto  a metano appartenevano ad una categoria di media cilindrata, dove l’acquirente faceva questa scelta solo per un vantaggio economico.  Oggi ci sono vetture di alta gamma a metano, che soddisfano la guida e le prestazioni esattamente come i modelli a benzina o a diesel, salvando la qualità dell’aria.

Che prospettive ci sono nei prossimi anni di governo giallorosso?

Non sappiamo ancora la posizione del nuovo governo sulla mobilità sostenibile, certamente noi cercheremo i giusti contatti per spiegare  l’importanza di un vasto numero di auto a metano per abbattere gli inquinanti e anche la CO2, per preservare la salute specialmente di bambini ed anziani. E per ribadire che la scelta del metano porterebbe da subito grandi vantaggi, perchè la tecnologia del gas naturale specie in Italia è pronta, affidabile, pari ai carburanti tradizionali, vantaggiosa economicamente e con infrastrutture su tutta la penisola.

Ci potrebbe raccontare in breve la storia di NGV Italy?

Nata 24 anni fa, NGV Italia rappresenta tutta la filiera industriale operante nel settore delle energie per il trasporto, alternative ecostonebili e gassose. NGV Italy rappresenta il luogo di dialogo e di confronto tra le componenti industriali e commerciali del settore, dal rifornimento sino all’utilizzo e alla manutenzione, ed è lo strumento d’azione per le iniziative comuni per la crescita del mercato a gas naturale come pure in ambito regolamentare, istituzionale e di comunicazione, dialogando con tutte le istituzioni nazionali e internazionali.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.