Altri arresti di stranieri per droga. De Corato: città grande enclave spaccio

Milano

Sul grave problema della diffusione incontrollata della droga nella notra città si è espresso Riccardo De Corato, assessore a Sicurezza, Immigrazione e Polizia Locale di Regione Lombardia, che ha espresso la propria soddisfazione per l’operato delle forze dell’ordine “Il mio plauso alla Polizia di Milano che durante questo weekend ha arrestato sei spacciatori e denunciato il settimo.
Da sabato mattina a domenica sera, in sette diverse operazioni sono stati arrestati due senegalesi di 20 e 40 anni trovati entrambi in possesso di diversi quantitativi di hashish e marijuana per un totale di 29,2 e 18.93 grammi, fermati il primo in Stazione Centrale ed il secondo al Parco Sempione, un guineano di 34 con 2,5 grammi di cocaina sempre in zona Centrale, un algerino di 43 con 10 grammi di eroina in via A. Visconti, un filippino di 39 con 4,25 grammi di shaboo in via M. D’agrate e un egiziano di 20 con 95 grammi di hashish in via Flumendosa, mentre è stato denunciato in stato di libertà un 29enne gambiano trovato in possesso di stupefacenti in piazzale G. Rosa.
Ancora una volta è evidente la situazione emergenziale nella quale si trova la nostra regione ed in particolare Milano. In Lombardia, infatti, nel 2018, secondo la relazione annuale della Direzione Centrale servizi antidroga del Viminale del 2019, è stato registrato il 6,90% di tutta la cocaina sequestrata a livello nazionale il 21,92% dell’eroina, il 7,72% dell’hashish, il 5,28% della marijuana, il 2% delle piante di cannabis, il 10,35% delle droghe sintetiche rinvenute in dosi e il 38,15% di quelle in polvere. Il 57,81% delle sostanze sequestrate a livello regionale è stato registrato in provincia di Milano.
Rispetto al 2017 è stato rilevato anche un aumento dei sequestri di eroina (+64,10%), hashish (+68,80%), piante di cannabis (+86,10%) e droghe sintetiche (+135,96%). E il numero dei decessi provocati da abuso di sostanze stupefacenti è aumentato nel 2018 del 128,57% rispetto all’anno precedente.
Oltre a questi dati, che confermano quanto la situazione sia emergenziale, ci sono anche quelli che sottolineano come la Lombardia sia la prima regione italiana per numero di stranieri coinvolti nel narcotraffico segnalati all’Autorità Giudiziaria: nel 2018 sono infatti stati 3.020, con un incremento del 5,15% rispetto all’anno precedente e, altro dato significativo, nella nostra regione gli stranieri sono il 60,16% dei denunciati a fronte del 39,77% della media nazionale. Le nazionalità prevalenti sono quelle marocchina, gambiana e albanese, ma, come riporta la cronaca, non sono di certo le uniche che si impegnano in questo business. Nel 2018 quasi 5 stranieri al giorno sono stati segnalati all’autorità giudiziaria per reati riguardanti la droga solo nel milanese. Ormai la città è una grande enclave di spacciatori”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.