Milano Arte Musica – 8 luglio – Il Giardino Armonico & Giovanni Antonini

Cultura e spettacolo

Il Giardino Armonico, diretto da Giovanni Antonini, presenta lunedì 8 luglio alle ore 20.30, nella Basilica di San Vincenzo in Prato, Il viaggio dei Bassano.

Il programma segue le tracce della famiglia Bassano, esecutori e costruttori di strumenti a fiato, emigrati da Venezia in Inghilterra nel 1531 su richiesta del re Enrico VIII, grande dilettante di musica. Essi diventarono nella loro nuova patria protagonisti della scena musicale alla corte del re e, in seguito, i figli e discendenti a quella di Elisabetta I, Giacomo I e Carlo I. Probabilmente i Bassano esportarono lo stile esecutivo italiano in cui l’improvvisazione aveva una grande importanza, come descritto per la prima volta dal trattato di Silvestro Ganassi La Fontegara (1535). Nel poema L’Orlandino (1525) di Teofilo Folengo, Ganassi e un esponente della famiglia Bassano vengono citati nella descrizione di un’esecuzione in cui “Poscia ch’ebber sonato la Stan­ghetta, la Mora, il De tous biens del tempo vecchio” (brani inseriti nel programma), assieme a un grande suonatore di cornetto, Zuan Maria dal Cornetto, a cui “Silvestro [Ganassi] vagli appresso e ‘n suo germano e quel trombon venuto di Bassano”. Il programma si articola seguendo le linee parallele dello sviluppo della musica inglese e italiana, facendo riferimento anche alla figura di Giovanni Bassano, il più famoso esponente del ramo veneziano della famiglia e direttore del gruppo strumentale di San Marco a Venezia all’epoca di Gio­vanni Gabrieli e Giuseppe Guami.

BIGLIETTI posto unico 15 euro – Giovani fino 26 anni: posto unico 5 euro (disponibilità limitata)

Punti vendita: sul posto, secondo disponibilità, 40 minuti prima di ogni concerto; in sede presso la segreteria parrocchiale di S. Maria della Passione dal lunedì al venerdì dalle 9.30 alle 12.00; online (con diritto di prevendita):  www.vivaticket.it

Basilica di San Vincenzo in Prato – Piazzetta di Beria di Argentine angolo via S. Calocero – MM Sant’Agostino, tram 2, 10, 14, bus 74, 94

INFO: Associazione Culturale La Cappella Musicale – tel e fax 02.76317176  – e-mail mail@lacappellamusicale.comwww.milanoartemusica.com

PROGRAMMA

Anonimo                                   La Paduana del re

                                                         (c.1560 Italia, Inghilterra)  Gagliarda su l’herba fresca

                                                         Saltarello l’inglese

                                                         Passo e mezzo

Heinrich Isaac                        La my (Manoscritto Henry VIII)

                                                        (c.1450-1517) La Morra (Harmonice musices Odhecaton A)

Anonimo                                  La Stanghetta (Harmonice musices Odhecaton A)

 

Roelkin (Rodolphus Agricola?)    De tous bien plaine (Cancionero de Segovia) (1443/44-1485)

William Cornish                              Consort VII (Manoscritto Henry VIII)   (1465-1523)

Marco Antonio Cavazzoni           Ricercare primo (Venezia, 1523) (c.1485-post1569)

Giovanni Bassano                          Ricercata  (1558-1617)

John Baldwine                                A duo (Londra, 1603) (?-1615)

Giuseppe Guami                            Canzone a 4 l’Accorta (Venezia, 1601) (1540-1612)

Thomas Preston                             Upon la mi re (?-c.1563)

Dario Castello                                 Sonata 13 libro II a quattro (I metà XVII sec.)

Giuseppe Guami                            Canzone la Cromatica

Jerome Bassano                            Fantasia 1 (1559-1635)

John Baldwine                               A browninge of 3 Voc. (Londra, 1603)

Jacob van Eyck                              Amarilli mia bella (1590-1657)

Giovanni Bassano                        Diminuzioni su Introduxit me rex di Palestrina

Peter Philips                                  Amarilli mia bella (1560-1628)

Il Giardino Armonico si forma a Milano nel 1985 ed è uno dei più noti e apprezzati gruppi specializzati nell’esecuzione con strumenti originali. L’organico varia da tre a trenta musicisti secondo le esigenze di partitura, e il repertorio è incentrato sulla musica del Sei e Settecento.

Il gruppo è regolarmente ospite delle più importanti sale da concerto e festival internazionali, prendendo parte anche a numerose produzioni operistiche tra cui L’Orfeo di Monteverdi, La serva padrona di Pergolesi, Ottone in Villa di Vivaldi, e di Händel Agrippina, La Resurrezione, Il Trionfo del Tempo e del Disinganno e infine Giulio Cesare in Egitto con Cecilia Bartoli al Festival di Salisburgo nel 2012.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.