Con la bella stagione l’aria condizionata in autobus non può mancare, ma occhio ai danni per la salute

Scienza e Salute

Finalmente sta arrivando l’estate e già in molti stanno programmando le vacanze per la nuova stagione. Certamente quello che non può mancare con questo caldo cocente, arrivato improvvisamente dopo un Maggio molto piovoso, è l’aria condizionata. Il raffreddamento dell’aria rappresenta assolutamente una salvezza di cui non possiamo fare più a meno, specialmente nei mesi estivi.

Ciò che non dobbiamo sottovalutare sono i danni che questa straordinaria tecnologia potrebbe determinare, almeno se non prestiamo attenzione ad alcuni piccoli ma necessari accorgimenti. Un errato condizionamento può infatti essere la causa di spiacevoli malanni.

Prima di tutto occorrerebbe regolare la temperatura dell’aria in misura non inferiore di 3-4 gradi rispetto a quella esterna, in modo da evitare sbalzi termici eccessivi quando si esce dall’ambiente climatizzato. Infatti il sistema immunitario può risentire di cambiamenti troppo repentini della temperatura, impedendo alle vie respiratorie di contrastare adeguatamente virus, batteri ed altri agenti patogeni.

Inoltre sarebbe opportuno non esporsi in maniera troppo diretta all’aria condizionata, orientando quindi le alette verso l’alto.

Non bisogna dimenticare di assicurarsi che i filtri dell’aria siano sempre puliti. In caso contrario, si rischia un accumulo di polveri, fumo, acari, microrganismi, pollini e altre scorie, che vengono diffusi nell’aria quando l’apparecchio viene acceso con conseguenze prevedibili soprattutto per soggetti allergici o asmatici. Altrettanto importante è la pulizia dei serbatoi dell’acqua di condensa, nei quali possono annidarsi colonie di Legionella pneumophila, un batterio che sopravvive solo in acqua e che, entrando in circolo nell’aria alla riaccensione del condizionatore, può provocare la cosiddetta “malattia del legionario”, con febbre alta, tosse, dissenteria, nausea e vomito. Se l’acqua viene lasciata stagnare, inoltre, nel serbatoio possono moltiplicarsi anche gli Actinomiceti, altri batteri che causano febbre e infezioni alle vie respiratorie.

Ma al di là di questo, non è giusto demonizzare l’aria condizionata. Con un corretto utilizzo e un’adeguata manutenzione, essa sarà benefica per il nostro organismo in quanto ripulisce l’ambiente di polveri e batteri.

Per ciò che concerne il raffreddamento interno dei mezzi di trasporto, specialmente quelli destinati a compiere viaggi lunghi e che ospitano numerosi viaggiatori, è buona cosa fornirsi di impianti di condizionamento certificati, che non nuocciano alla salute dei clienti.

A tal proposito possiamo constatare che un punto di riferimento nel settore della climatizzazione dei passeggeri è certamente l’azienda spagnola HISPACOLD. Presente sul mercato sin dal 1977, oggi vanta una rete commerciale presente in tutti e cinque i continenti.

Come risultato della sua costante innovazione, Hispacold ha sviluppato una propria tecnologia che la rende una delle più invidiate nel suo settore.

Impianti di climatizzazione leggeri, efficienti e compatti, dotati di compressori ad alta capacità e consumo energetico ridotto.

La conoscenza interna che in molte occasioni è il punto di partenza per la creazione di nuovi prodotti e nuove tecnologie all’interno dell’azienda, è completata dalla consueta collaborazione di organizzazioni esterne come università e centri tecnologici.

Questa crescente cultura dell’innovazione ha portato alla registrazione di oltre una dozzina di brevetti tecnologici negli ultimi 15 anni, e ha portato Hispacold a posizionarsi sul mercato come marchio di riferimento nella ricerca, sviluppo e innovazione nei sistemi HVAC per i trasporti dei viaggiatori.

Hispacold ha ottenuto nel 2016 la certificazione IRIS (International Railway Industry Standard) dell’Unione delle Ferrovie Europee (UNIFE), in conformità con gli standard internazionali di qualità e che risponde alla domanda di affidabilità e capacità di gestione del settore ferroviario.

Il rispetto per l’ambiente è un’assoluta priorità nelle attività di HISPACOLD. L’azienda, consapevole

della necessità di continuare a progredire sulla strada della prevenzione ambientale, ha deciso di:

  1. garantire una totale ed esaustiva conformità alla legislazione e alle normative ambientali applicabili;

  2. comunicare la politica ambientale aziendale a tutte le persone che lavorano nell’organizzazione aziendale, includendo tutti gli appaltatori;

  3. prevenire, o quantomeno ridurre al minimo gli impatti ambientali dannosi delle proprie attività, prodotti e servizi.

Nel 2018 l’azienda è stata premiata con il premio “Leadership aziendale nel settore metallurgico” da FEDEME (Federazione degli imprenditori del metallo). Si tratta di un riconoscimento di Hispacold come “un punto di riferimento nel settore del condizionamento d’aria passeggeri” che attualmente ha “una solida base di business e un eccellente profilo competitivo” che contribuisce allo sviluppo socio-economico dell’Andalusia.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.