Facciamo chiarezza su Area B e aumento del biglietto ATM

Milano

COS’E’Area B è la nuova Zona a Traffico Limitato di Milano. Includendo oltre il 70% del territorio comunale, risulta essere la più estesa d’Italia.  Non esclude e non ingloba Area C, la ztl del centro a pagamento, ma la circonda, arrivando quasi ai confini del Comune.

È stata pensata per limitare le emissioni inquinanti dei mezzi più antiquati, anche per rispondere alle sollecitazioni dell’Europa e tentare di togliere a Milano il primato della città europea più inquinata, sebbene paradossalmente il capoluogo lombardo si ritrovi in prima posizione in Italia per qualità della vita.

UN PROGETTO A TAPPE–  Il perimetro dell’area è delimitato da 186 punti d’accesso.Entrato in vigore dal 25 febbraio scorso, il progetto mira ad una restrizione delle emissioni inquinanti in maniera graduale, inserendo di anno in anno dei nuovi divieti rivolti a nuove categorie di mezzi urbani.

La prima fase prevede il divieto di accesso per i veicoli Diesel da Euro 0 a Euro 3 e Benzina Euro 0, e per i mezzi pesanti oltre i 12 m di lunghezza, dal lunedì al venerdì dalle 7.30 alle 19.30.

Nei prossimi mesi molti varchi sarano dotati di telecamere e verranno estese le categorie – e quindi il numero complessivo – di vecoli esclusi, arrivando a vietare praticamente tutti quelli a diesel.L’obiettivo, previsto nel 2030, sarebbe quello di porre il divieto anche per tutti i veicoli a benzina EURO 4.

LE PREVISIONI DEL COMUNE – Il Comune di Milano prevede che “tra il 2019 e il 2026, l’Area B consentirà di ridurre le emissioni atmosferiche da traffico complessivamente di circa 25 tonnellate di PM10 allo scarico e di 900-1.500 tonnellate di ossidi di azoto”.

Dunque l’Area B interverrebbe sul 65% delle emissioni atmosferiche annue prodotte oggi da traffico veicolare.

Per facilitare l’adeguamento ai nuovi regolamenti il Comune ha previsto un pacchetto di 50 accessi gratuiti entro Febbraio 2020 e altri 25 entro Settembre(questi ultimi previa registrazione del veicolo nell’apposito registro online).

Lo stesso vale per i veicoli commerciali e per i privati non residenti, con un numero inferiore di deroghe.

ALCUNI PARERI DEI MILANESI – Nonostante le deroghe e gli incentivi predisposti dal Comune per l’acquisto di nuove vetture (destinati alle famiglie con un ISEE inferiore a 20.000 €) pochissimi utenti sembrano realmente interessati o informati sulla nuova ZTL.

Sostanzialmente l’opinione che emerge è che non si possa risolvere il problema dell’inquinamento in questo modo, ovvero penalizzando i cittadini e disincentivando l’utilizzo dell’automobile.

Tra l’altro, fanno notare alcuni, ciò si verifica parallelamente all’aumento del biglietto ATM a 2€, deliberato recentemente dalla Giunta.

Inoltre c’è chi sostiene che il vero problema a Milano sono le vecchie caldaie delle abitazioni, grandi responsabili dell’inquinamento.

Due professionisti affermano che limitare l’inquinamento da auto va bene, ma che occorre anche valutare l’impatto economico. Ad esempio considerare il costo che dovrebbero sopportare le imprese che si avvalgono di vetture quali i furgoni, per dotarsi di nuovi mezzi che siano conformi alla nuova normativa.

L’IMPATTO SUL TRASPORTO PUBBLICO – Rimane aperto il problema, che si chiarirà nel prossimo futuro, relativo all’impatto che AREA B desterà sul sistema di trasporto pubblico, già enormemente usufruito dalla popolazione. Siamo infatti notoriamente soliti ad assistere a desolanti scene all’interno di tram, metro e autobus, caratterizzate dalla mancanza di posti a sedere e da una moltitudine di persone arruffarsi su sè stessa, dal momento che viene oltrepassato sistematicamente il limite della capienza di passeggeri.

.

Andrea Curcio

1 thought on “Facciamo chiarezza su Area B e aumento del biglietto ATM

  1. Voler ridurre Milano a Presepe con iniziative ridicole quanto inutili.
    Quello che mi lascia perplesso è come i milanesi l’abbiamo ‘digerita’ questa Area B
    Molti si lamentano e nessuno muove un dito.. Bella opposizione poi! La vedo dura per loro alle prossime elezioni giacché il secondo partito al Governo già crede alla sconfitta su Milano (sono i pensieri che hanno in alcune sezioni)… E pensare ad un altro mandato con questo qua mi fa venire dei forti mal di pancia.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.