Un giallo al Teatro Caboto in San Giovanni Bosco a Milano

Cultura e spettacolo

“L’ispettore Kopler e il caso delle due gocce d’acqua” di Edgar Wallace è andato in scena il 16 marzo scorso presso il Teatro Caboto San Giovanni Bosco di via Mar Nero 10 a Milano. Le repliche continueranno fino al 14 aprile, tutti i sabati alle ore 21 e domenica alle ore 16.

L’autore britannico Richard Horatio Edgar Wallace, (18751932)  è considerato, assieme ad Arthur Conan Doyle (autore di Sherlock Holmes) e ad Agatha Christie, un maestro della letteratura gialla e in particolare del poliziesco, il genere letterario che fiorì in Inghilterra e negliStati Unitinel primo quarto delNovecento.

Un giallo che si rispetti fa credere allo spettatore di aver capito tutta la trama e lo trascina in un porto sicuro, dove quasi si annoia, salvo poi, grazie ai continui colpi di scena, farlo sobbalzare sulla sedia fino al raggiungimento del finale, che come sempre nelle commedie e nei film americani ha un’unica morale: il colpevole viene punito.

Ma chi è il colpevole veramente? La signora Ferguson, maltrattata dal marito, che decide di divorziare con uno stratagemma dal consorte riluttante ad acconsentire? O la cameriera Lily che cerca di trarre vantaggio dalla situazione? O il marito despota che vuole appropriarsi della fortuna della moglie? E’ colpevole chi ha sparato e ucciso o chi ha architettato la truffa?

Una “commedia gialla” divertente nella sua drammaticità che ancòra lo spettatore alla sedia fino a quando tutto viene svelato con un inaspettato colpo di scena finale.

Un grande applauso ha accolto la fine della commedia sottolineando la bravura del regista Gianluca Frigerio e  degli attori della compagnia stabile di prosa “Teatro Caboto”.

Un’ora e mezza di sana e ricreativa spensieratezza che è stata premiata, non solo con uno scroscio di applausi :“L’ingresso è gratuito, l’uscita è responsabile” come spiega don Davide, parroco della San Giovanni Bosco, chiosando  “se vi siete divertiti ed avete apprezzato la recita, mettete mano al portafoglio e lasciate un contributo nelle ceste predisposte all’uscita”.

Baggio Teatro Caboto ospita anche spettacoli in vernacolo. Sabato 6 e sabato 13 aprile alle ore 16 la Compagnia Stabile “I Visconti” porterà in scena la commedia comica in lingua milanese “Tredes mena rogna”, su testi di Giancarlo Dozzo e regia di Dante Fusi.

Non mancano gli spettacoli teatrali  per bambini dai 4 ai 10 anni. Dal 22 al 28 aprile, escluso venerdì 26,  alle ore 16 la Compagnia Stabile “Miclo” porterà  in scena Cenerentola, con la regia di Ciro Cipriano.

Dopo l’improvvisa chiusura del Teatro Caboto, situato nell’omonima via di Milano, le compagnie (la stabile di prosa, la stabile del milanese “I Visconti” e la stabile di teatro per ragazzi Miclo’), hanno trovato in don Davide, un mecenate. Infatti, lo spazio dell’Arca, la sala parrocchiale da circa 200 posti, situata nei sotterranei della grande chiesa di Via Mar Nero 10 a Milano sta ospitando gli spettacoli programmati inizialmente in via Caboto.

Per informazioni:  mail@teatrocaboto.com  –   www.teatrocaboto.com

Ersinija Galin

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.