Bomba carta contro il centro sociale Ri-Make: “Attentato contro i rom”

Cronaca

Prima qualcuno ha tirato 3 sassi contro le finestre della sede milanese di “Ri-Make”, poi la violenta esplosione causata da una bomba carta. L’attentato, che risale a giovedì sera, ha preso di mira “Ri-Make”, l’associazione che da tempo ha occupato l’ex liceo Omero di via del Volga che è diventato una specie di centro sociale e uno spazio di “mutuo soccorso”.

La denuncia del collettivo recita “Giovedì sera molte/i abitanti di Bruzzano hanno sentito un forte scoppio provenire dalla zona di via del Volga. La ragione dello scoppio è stata subito chiara: qualcuno aveva tirato una bomba carta contro una finestra dello Spazio Ri-Make”. Spiegando che l’ordigno artigianale ha causato “solo danni al vetro e a un armadio, senza danni per le persone che si trovavano all’interno, in particolare alla ragazza che vive da tempo nell’ex casa del custode. Solo qualche minuto prima tre lanci di sassi hanno rotto altre tre vetrate. Si tratta di un vero e proprio attentato contro un’esperienza di recupero di uno stabile abbandonato a fini socio-culturali e con una gravissima matrice di odio razziale, scagliato contro le persone rom e rumene ospitate nello spazio, da prima della stessa riappropriazione da parte del collettivo Ri-Make”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.