Il Milan lascia sfuriare l’Atalanta e la infilza con Piatek

Sport
Una vittoria pesante e importantissima. Il Milan batte l’Atalanta a Bergamo 3 a 1 al termine di una durissima battaglia.
La squadra bergamasca parte alla carica nel primo tempo. Sicuramente è la squadra più fisica del campionato e quella che tiene ritmi più indiavolati.
Il Milan è molto bravo a contenere le sue sfuriate e comunque ha 2 grandi occasioni con Kessie su passaggi di Suso. Al 35′ però l’Atalanta passa con Freuler che tira una sassata centrale che Donnarumma non trattiene. Il Milan potrebbe andare in bambola ma invece resiste e pareggia a sorpresa con un gran tocco al volo di Piatek su un cross di Rodriguez: gol bellissimo da vero rapace di Area di rigore.
Nella ripresa l’Atalanta riparte a testa bassa ma il Milan ribatte colpo su colpo grazie alla eroica interdizione di Bakayoko e Kessie, entrambi da 7.5 stasera. Improvvisamente al 55′ si sveglia Chalanoglu che effettua un bellissimo tiro di poco fuori, uno dei tiri che lo avevano lanciato in Germania: 2 a 1 e stadio gelato. Passano ancora 10 minuti e su calcio d’angolo Piatek anticipa difensori e portiere e sigla il 3 a 1 e una doppietta.
L’Atalanta continuerà fino alla fine ad attaccare ma senza grossi pericoli per il Milan che anzi si mangia un gol con Paquetà.
Arriva così una vittoria dopo 94 minuti di ritmi forsennati in cui il Milan ha resistito grazie a una difesa con Romagnoli e Calabria super, ma anche Musacchio e persino Rodriguez hanno giocato bene.
Centrocampo con due inesauribilii Bakayoco e Kessie e Paqueta (6) che ha alternato gran giocate a inutili leziosismi. Detto che Piatek fa reparto da solo e ha fatto non solo 2 goal pesantissimi ma anche ottime giocate,  dopo il goal si é sbloccato pure Chalanoglu, mentre Suso ha giocato un po’ in sordina per i suoi acciacchi.
In conclusione però era da tempo che i tifosi milanisti non vedevano tanta grinta e tanto precisione in attacco. Una vittoria in trasferta contro una diretta concorrente, pure in gran forma, lancia il Milan all’inseguimento dell’Inter.
.
Milanista dal ’70

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.