Giardino dei giusti, Fi: il progetto depositato è diverso

Milano

“Ieri mattina ho partecipato al presidio organizzato dal comitato “Difendi il Monte Stella” a cui hanno aderito molti cittadini contrari al progetto di ampliamento del Giardino dei Giusti, molto impattante sul parco – ha dichiarato Alessandro De Chirico, vicecapogruppo Forza Italia in Consiglio comunale – Preoccupa l’utilizzo di certi materiali e soprattutto la presenza di un anfiteatro da 250 posti, con tanto di impianto elettrico, che temiamo possa essere utilizzato dal popolo non autorizzato della notte che già a oggi rende difficili le notti estive di quei palazzi così vicini alla grande area verde pubblica. Tra i vari presenti anche rappresentanti di GARIWO e alcuni esponenti della giunta del Municipio 8 (Zambelli e Fedreghini) che, approfittando del presidio organizzato dai cittadini, hanno cercato lo scontro verbale per sostenere il progetto. Nessuno discute l’importanza del memoriale in un luogo – il Monte Stella – che è un mausoleo a cielo aperto. Ciò che preoccupa è il metodo utilizzato per coinvolgere i cittadini. Da quello che è emerso stamattina pare che il progetto in mano ai residenti del quartiere, ottenuto tramite accesso agli atti e regolarmente protocollato, non sia quello che verrà effettivamente realizzato. Solo questo sarebbe un buon motivo per fermare le ruspe. Ancora più ombre calano su tutta la vicenda. Per questo ho firmato la richiesta di sospensiva indirizzata al ministro Bonisoli che ha recentemente dichiarato di voler inserire il parco progettato da Bottoni tra le opere ambientali degne di tutela. Nella speranza che nel frattempo sindaco Sala e ambientalisti tornino a farsi sentire”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.