Roberto Maroni “Sento odore di fregatura, ma l’autonomia è la madre di tutte le battaglie”

Politica

Milano 08 gennaio – Roberto Maroni, intervistato da Libero ha anche chiarito la sua posizione nei confronti del Governo e dell’autonomia lombarda Di seguito le risposte pertinenti.

«Si stanno alzando le voci di molti governatori del Mezzogiorno e di tanti esponenti di Cinquestelle. Non vorrei che i referendum dell’ottobre 2017 venissero boicottati con un accordo al ribasso. Il Sud rema contro l’autonomia di Lombardia, Veneto ed Emilia Romagna, i cittadini meridionali non la vogliono, perché temono di staccarsi dalla mammella, e i grillini stanno cercando in tutti i modi di assecondarli, per evidenti ragioni elettorali».

«Se M5S boicotta l’autonomia, la Lega deve rompere, perché essa, come dice Zaia, è la madre di tutte le battaglie. La svolta sovranista e nazionale impressa da Salvini ha avuto successo ma il prezzo per stare al governo non può essere rinnegare la nostra identità e la nostra storia Non portare a termine l’autonomia equivarrebbe a tradire il Nord, e questo non si pub fare. Punto, anzi, due punti e punto e virgola, per dirla con Totò…Il pericolo è che l’autonomia si faccia, perché è nel contratto di governo e la Lega non pub prescinderne, ma venga annacquata perché i grillini altrimenti non riuscirebbero a farla digerire ai propri elettori. Per questo sento aria di fregatura…Basta dare attuazione all’altro contratto, quello firmato da me, Zaia e l’emiliano Bonaccini i128 febbraio scorso con il governo Gentiloni.”

“Il Movimento 5 Stelle non vuole l’autonomia perché, oltre a portare vantaggio alle Regioni del Nord, che il Movimento ha poco a cuore, essa crea le condizioni perché il Sud diventi virtuoso, cosa negativa per un partito che si fonda sull’assistenzialismo e sul reddito di cittadinanza. E poi perché i governatori del Sud si troverebbero costretti a tagliare prebende e inefficienze e M5S non vuole essere costretto a farlo, casomai vincesse in qualche Regione meridionale»

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.