Il trash diventa fashion con i Ferragnez

Cultura e spettacolo

Con la pancia quasi vuota e con gli occhi spiritati, si è concluso il fantasmagorico matrimonio tra Fedez e Ferragni con gli applausi divertiti di chi privilegia una certa grandeur fasulla alla sostanza. L’analisi richiede una certa immaginazione per una location che doveva sembrare sfolgorante in California, ma ha partorito una festa strapaesana con molti elementi stucchevoli e trash. Ma quel messaggio degli sposi prima della promessa dà la misura della concentrazione.

Il matrimonio, ma non ci sarebbe bisogno di evidenziarlo, è molto social (venti milioni di follower). Tanto social che non c’era alcun bisogno che alcuni invitati, vede J-Ax, venissero. La parola d’ordine è stupire, sempre e comunque. Uno stupore che si abbina quasi sempre con il cattivo gusto, la sorpresa luccicante, l’imprevisto inventato. Riferisce Huffington Post “. Il “royalwedding” dei Ferragnez si è concluso in un luna park creato appositamente per l’occasione per loro. Completo di ruota panoramica, attrazioni e perfino pupazzi da pescare nella classica macchinetta a forma di Chiara Ferragni e Fedez. Gli invitati si sono divertiti nella location strabiliante, avvolti dalle luci e dalla musica, suonata anche dal vivo dallo stesso rapper e da ospiti come Giusy Ferreri…Zucchero filato, giostre con cavalli, sculture di ghiaccio a forma di putti dalle quali esce vodka: non è mancato proprio nulla. C’erano anche le classiche tazze del RoyalWedding britannico con i volti degli sposi, in mood Meghan e Harry”

Il menù è un discorso a parte: in quel paese delle meraviglie, solo gli occhi mangiano. Basta poco, anzi pochissimo: le figure immateriali dei social non sono presenti. Con tre portate descritte puntigliosamente bene, il compito è finito:”Crostino di pasta sfoglia con mousse alle erbette ed avocado. Raviolo di ricotta ragusana con lamelle di melanzane fritte e basilico. Pescato del giorno ai profumi mediterranei con pomodorini, olive e patate”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.