E’ morto avvelenato Kaos, il cane eroe di Amatrice e Norcia

Zampe di velluto
Kaos al lavoro tra le macerie

“Hanno ucciso il cane eroe di Amatrice, Norcia e Campotosto: Kaos salvava gli umani, gli stessi umani che lo hanno avvelenato.” Insieme ai soccorritori, nelle drammatiche ore del dopo disastro, aveva scavato con le sue zampe percercare i sopravvissuti alla  strage. “Presenteremo una denuncia e chiederemo al Governo una legge che vieti la vendita e il commercio di veleni e fitofarmaci, se non con ricetta che renda rintracciabile chi li compra”.

Chi parla è Rinaldo Sidoli, responsabile comunicazione della onlus Animalisti Italiani presieduto da Walter Caporale “Il corpo senza vita del pastore tedesco è stato trovato dal suo istruttore Fabiano Ettore nel giardino di casa a Sant’Eusanio Forconese, comune in provincia dell’Aquila”. “Era un salvatore avvezzo a scavare tra macerie e inferno – prosegue Sidoli – Chi ha posto fine alla sua vita in questa maniera è un criminale pericoloso che va fermato. Non ci daremo pace fino a quando non verrà fatta giustizia. Credo che sia arrivato il momento che l’indignazione delle persone sensibili spinga il mondo politico a lavorare in maniera trasversale su una nuova proposta di legge che preveda pene più severe per chi maltratta e uccide gli animali. Non si devono più verificare casi come questo”

Proprio Kaos recentemente era stato determinante nel ritrovamento di un uomo di Roio, di cui si erano perse le tracce..

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.