Laboratorio Opera – Il Piccolo Principe

Cultura e spettacolo

Milano 24 Giugno – Gli allievi di “Laboratorio Opera” portano in scena, nell’ambito di Estate Sforzesca, l’opera del premio oscar Rachel Portman – 27 giugno Castello Sforzesco – ore 21 / 29 giugno Teatro del Buratto – ore 20

Come nel più professionale dei teatri, il gruppo di allievi di Laboratorio Opera lavora quotidianamente dall’11 giugno per preparare il debutto de Il Piccolo Principe, opera diretta dalla regista Federica Santambrogio, firmata da Rachel Portman, già Premio Oscar per la colonna sonora del film Emma, in scena al Castello Sforzesco il 27 giugno e in replica al Teatro Bruno Munari il 29 giugno.

Laboratorio Opera, progetto ideato nel 2014 dall’associazione SoloCanto di Federica Santambrogio e Pilar Bravo, offre l’occasione a giovani artisti in erba di cimentarsi in tutti i ruoli legati alla produzione del più complesso tra gli eventi artistici: l’opera lirica.

Ragazzi di età compresa fra gli 8 e i 18 anni hanno la possibilità di frequentare tre laboratori (canto/coro, danza, scenografia, orchestra) necessari e funzionali alla messa in scena di uno spettacolo.

Nel team che segue quotidianamente gli iscritti al Campus, quest’anno si contano alcuni studenti del Conservatorio di Badalona (Spagna), del Conservatorio di Adria e ragazzi del Liceo Musicale Tenca di Milano, oltre a Luca Bruno, nella veste del pilota, Eleonora Luè, volpe, Loris Fabiani, serpente e il giovanissimo Pietro Bolognini nel ruolo del Piccolo Principe.

Gli allievi del laboratorio incentrato sull’interpretazione corale ha quest’anno la possibilità di frequentare anche lezioni di danza con Liz Piccoli, coreografa americana, celebre a Broadway, specializzata nel musical.

Il gruppo di scenografia lavora con scenografi professionisti seguendo e imparando le tecniche di scenotecnica, per costruire autonomamente l’impianto scenico, gli oggetti di scena e curare anche i costumi.

L’orchestra, coordinata da Pilar Bravo, già direttore dell’Orchestra Verdi Junior, e Missak Baghboudarian, direttore dell’Orchestra Sinfonica Nazionale Siriana, è formata da ragazzi che abbiano almeno un anno di esperienza nello strumento e dai ragazzi del Liceo Musicale.

I bambini e i ragazzi che partecipano al laboratorio non sono scelti tramite provino, ma semplicemente per la loro voglia di imparare e condividere con i propri coetanei una preziosa avventura. Pur affrontando un genere musicale complesso e poco conosciuto, sin dalla prima edizione del laboratorio è stata ben visibile nel gruppo di allievi la crescente passione verso la musica, la dedizione al progetto artistico e la voglia di essere parte attiva di quest’ultimo.

L’entusiasmo di tutti coloro che partecipano a Laboratorio Opera è ed è sempre stato un punto di forza circa la bontà e il valore del progetto, ospitato, nelle prime edizioni, all’interno delle sale prove del Teatro Strehler, e quest’anno negli ampi spazi de La Fabbrica del Vapore.

IL PROGETTO

SOLOCANTO nasce come associazione nel 2001 dal desiderio di avvicinare bambini e ragazzi alla musica attraverso il canto polifonico.

Nel 2005 come naturale proseguimento dell’attività vocale giovanile, è nato il Coro Adusai, un gruppo di ragazze uscite dalle voci bianche.

LABORATORIO OPERA

Unica realtà oggi in Italia dedicata all’educazione operistica per bambini

Il primo Laboratorio Opera è organizzato a Milano nel 2014, e sin da allora è ospitato negli spazi del Piccolo Teatro. Il progetto coinvolge 35 bambini e ragazzi di età compresa fra i 7 e i 15 anni, 3 professionisti teatrali e 2 assistenti.

Dal 2014 a oggi ha prodotto cinque opere, tra cui spiccano la trilogia Salis e l’equilibrio dei regni, opera per voci bianche e orchestra giovanile e Il Bambino di Itaca che vince il terzo premio al concorso Saranno Famosi indetto dalla Siae. Entrambe con musica di Matteo Manzitti su libretto di Daniela Morelli.

Nel 2015 riceve il Patrocinio del Comune di Milano.

Nella stagione invernale 2016/2017 si decide di lavorare anche su soggetti non originali o opere già note, e si progettano numerosi laboratori presentati in venue di prestigio, quali il Castello Sforzesco di Milano, dove va in scena Chip and his dog, del compositore Gian Carlo Menotti o il Teatro Franco Parenti, sede del laboratorio Chi ha paura dell’opera contemporanea?

Con il nome Op.64, l’Associazione Solocanto, diventa la prima compagnia in Italia di Opera contemporanea.

La produzione principale del 2016 è la prima assoluta di Love Hurts di Nicola Moro al Piccolo Teatro di Milano, con un gruppo di giovani cantanti appena diplomati affiancati da professionisti.

L’opera ha poi proseguito il suo percorso debuttando al Symphony Space di New York per il Center for Contemporary Opera Festival.

Nel 2017 debutta a Londra per il Tete à Tete Festival l’opera Deeply per 5 violoncelli, un soprano e un attrice, musica di Matteo Manzitti su libretto di Daniela Morelli con Alessandra Faiella e Laura Catrani. Deeply replicherà il 7 agosto 2018 al Festival di Chiusi.

IL TEAM DI SOLO CANTO – LABORATORIO OPERA

Federica Santambrogio – regista e ideatrice del progetto Laboratorio Opera
Dopo la laurea in Storia del Teatro e dello spettacolo si diploma in regia presso l’Accademia del Teatro alla Scala di Milano. Firma numerose regie sia di opera lirica che di prosa tra le quali Tosca, Madama Butterfly con As.Li.Co., Le Villi di Puccini e Visita Meravigliosa di Nino Rota, Cavalleria rusticana al Teatro dell’Arte di Milano. Suoi spettacoli hanno debuttato in teatri quali il Piccolo Teatro, il Teatro Franco Parenti e il Teatro degli Arcimboldi. Ha lavorato, tra gli altri, con direttori quali Ottavio Dantone ed Eric Hull e con affermati cantanti e attori.

Pilar Bravo – direttrice del coro
si diploma in pedagogia della musica e in pianoforte; ottiene inoltre il diploma primario in contrabbasso. Studia Direzione d’Orchestra con il M° Salvador Mas al Conservatorio Superior de Barcelona e direzione corale con i maestri Cabero e Cao. Ha diretto diverse orchestre tra cui l’Orchestra del Teatro Lirico di Trieste, l’Orchestra Cantelli di Milano e la BCN Sinfonietta; le colonne sonore dei film Vida Mila de M. Leal e Perché non parli di F. Vitali e C. Botta.Direttrice musicale di tre dischi di Gianna Nannini. Fondatrice dell’associazione corale SoloCanto di Milano.Collabora come docente nei progetti: Piccolo Principe con la fondazione Oliver Twist, Opera Domani con As.Li.Co e I linguaggi delle arti Performative con Cariplo.

INVITO

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.