Rubano e usano il bancomat di un’anziana, peruviani arrestati a Milano

Cronaca

Milano 6 Maggio – Due peruviani sono stati arrestati a Milano per avere rubato e usato il bancomat di un’anziana. Si tratta di J.C.S. del 1973 e P.J.G. del 1991, entrambi con precedenti per reati contro il patrimonio, presi dai poliziotti della Squadra Mobile in flagranza di reato. In particolare, un equipaggio in servizio antiborseggio e contrasto ai reati predatori in generale, all’altezza di via Marghera ha notato nella tarda mattinata di ieri i due sudamericani che, dopo avere confabulato tra loro in modo circospetto, si sono diretti verso una nota profumeria della zona. Mentre uno dei due è entrato all’interno dell’esercizio commerciale, il secondo ha atteso fuori e, contestualmente, ha cominciato a parlare al telefono continuando a guardarsi nervosamente intorno. Gli operatori, giudicato l’atteggiamento assolutamente sospetto, hanno deciso di fermarli.

Il controllo ha permesso di rinvenire un bancomat unitamente a un piccolo foglio di carta riportante un Pin e la somma di 250 euro poco prima prelevata da un bancomat in zona Corsico. Inoltre i due sono stati trovati in possesso di una gift card del valore di 600 euro attivata proprio all’interno del negozio di profumi e pagata con lo stesso bancomat risultato poi essere di proprietà di una signora italiana del 1936.

Gli accertamenti sul posto hanno permesso di verificare che i due in mattinata avevano sottratto la borsa dell’anziana all’interno del parcheggio di un supermercato in zona Lorenteggio. Gli stessi poi hanno prelevato i 250 euro allo sportello di Corsico dove, nei pressi, è stata peraltro ritrovata la borsa della donna. In tasca a uno dei due malviventi è stata infine rinvenuta la somma di 380 euro in contanti che la stessa signora aveva nel portafoglio nella borsa.(Askanews)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.