Apre oggi l’«officina» di Leonardo nell’I.Lab del Museo della Scienza

Cultura e spettacolo

Milano 29 Marzo –  Se Leonardo da Vinci è un simbolo per Milano, a maggior ragione è un’icona per il nostro Museo della Scienza, a lui intitolato dalla fondazione nel 1953. L’anno prossimo cade il 5ooenario della sua morte e, con un po’ di anticipo, il museo è in pole position con le celebrazioni: mentre è in allestimento una rassegna sull’irripetibile mostra leonardesca milanese del ’39, apre al pubblico nel weekend pasquale l’I.Lab Leonardo del tutto rinnovato nei contenuti, nei materiali e negli spazi con il sostegno di Arvedi. In via San Vittore 21 il laboratorio su Leonardo e sulla sua attività di scienziato-artista esiste già dal 1995: il genio vinciano, ha detto il direttore Fiorenzo Galli, ha sempre ispirato le attività educative in museo anche per il suo metodo d’indagine sperimentale, che stimola il pensiero autonomo e la curiosità.

Il nuovo ambiente è suddiviso in due parti: l’officina, dedicata a modelli filologici di macchine leonardesche e riproduzioni interattive di ingranaggi, e l’atelier, per approfondire le tecniche artistiche di una bottega del Rinascimento rivivendo il contesto di Leonardo a Milano. Da un lato si osserva come funziona una carrucola, un’ala battente o una vite aerea, che Leonardo ingegnere aveva disegnato intuendone le potenzialità per il volo. Dall’altro ci si cimenta con la pittura murale ispirandosi ai particolari dell’Ultima Cena, con la scultura scalpellando motivi decorativi dei portali del Duomo, o ancora con le tecniche del disegno prospettico, lavorando su riproduzioni dei prospettografi di Albrecht Dürer che Leonardo ben conosceva. Queste attività, non tutte insieme ma una per volta ad orari prestabiliti, aprono al pubblico da domani a lunedì 2 aprile, e poi nei fine settimana dedicati del 7-8 e 14-15 aprile, data quest’ultima in cui Leonardo festeggiava il compleanno (orari e programma su www.museoscienza.org, euro 10/7,50). Dunque standard eccellenti e idee sempre nuove: non c’è da stupirsi se nel 2017 il museo ha staccato ben 526 mila biglietti ed è sempre in crescita. Chapeau allo staff. Chiara Vanzetto O RIPRODUZIONE RISERVATA M.ccNn..Color! Uno scorcio del nuovo laboratorio ispirato alle tecniche leonardesche

Chiara Vanzetto (Corriere) 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.