Famagosta: causa un incidente e fugge. Il gemello prova a prendersi colpa

Cronaca

Milano 24 Marzo – I vigili di Milano hanno rintracciato e denunciato per omissione di soccorso un automobilista che, ieri mattina alle 4.15 aveva provocato un grave incidente all’incrocio tra viale Famagosta e via Lope de Vega. Lo scontro, per una mancata precedenza, aveva coinvolto tre veicoli, due dei quali avevano preso fuoco, e causato quattro feriti, due trasportati in ospedale dal 118 in codice giallo e due in codice verde.

Secondo quanto spiegato dall’Amministrazione meneghina, mentre gli agenti della Municipale stavano effettuando i rilievi subito dopo l’incidente, sul posto si sono presentati la proprietaria dell’auto insieme con un uomo che dichiarava di essere stato al volante al momento dell’impatto. L’uomo però non era ferito, fatto che non corrispondeva con la dinamica dell’incidente e con quanto accertato dai vigili anche grazie alle testimonianze raccolte. Messi alle strette, i due hanno confessano di aver tentato di aiutare il fratello gemello del presunto conducente, che è stato rintracciato questa mattina alle 8. Si tratta di un 43enne italiano che nello scontro è rimasto ferito al piede sinistro e sui suoi abiti sono state trovate tracce di sangue. Suo fratello e la proprietaria dell’auto sono stati denunciati a piede libero per autocalunnia e favoreggiamento.

La carreggiata centrale di viale Famagosta, rimasta chiusa per la rimozione dei veicoli e i lavori di ripristino del manto stradale, è stata riaperta poco dopo le 10 di ieri mattina.

“Ancora una volta e in pochissimo tempo, le capacità degli agenti della polizia locale hanno permesso di rintracciare l’uomo che s’era dato alla fuga, e questo nonostante il tentativo del fratello di addossarsi la responsabilità” ha dichiarato la vicesindaco Anna Scavuzzo, sottolineando che “fermarsi e mettersi a disposizione per prestare soccorso è sempre la scelta giusta. E come dimostrano i fatti, per quelli che invece fuggono l’azione del nucleo preposto a rintracciare chi scappa ha una percentuale di successi davvero notevole”. (Ansa)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.