Sprangate a passante, giudicato schizofrenico

Cronaca

Milano 21 Marzo – Era incapace di intendere e di volere al momento dei fatti, perché soffre di una grave forma di schizofrenia, il camerunese Frankline Njuakeh, 32 anni, arrestato lo scorso 23 gennaio per tentato omicidio per avere sferrato tre sprangate alla testa, senza alcun motivo, ad un passante che stava aspettando il tram all’angolo tra viale Sabotino e via Ripamonti, a Milano. E’ quanto sta emergendo, stando ad indiscrezioni, da una consulenza psichiatrica, disposta dal pm Isabella Samek Lodovici, che verrà depositata nei prossimi giorni.
Una consulenza che potrebbe incidere sul procedimento penale: se un giudice, infatti, riconoscerà il vizio totale di mente, l’uomo verrà assolto e verrà applicata una misura di sicurezza.
La consulenza era stata richiesta perché i medici del carcere di San Vittore, dove il camerunese è detenuto, avevano segnalato probabili disturbi psichici. La vittima dell’aggressione ha una grossa cicatrice sulla testa e ha subito l’indebolimento permanente dell’udito. (Ansa)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.