21 Marzo 2018 Giornata mondiale della poesia: ricordando Alda Merini

Cultura e spettacolo

21 Marzo: ricorrenza della nascita di Alda Merini (21 marzo 1931 – 1 novembre 2009)

Milano 19 Marzo – Dal 21 marzo sarà in radio il singolo “Il Pifferaio di Hamelin”,  su testo inedito di ALDA MERINI, composto, arrangiato e interpretato da GIOVANNI NUTI con FABIO CONCATO e la partecipazione straordinaria di LUCIA BOSE’ 

Il brano è contenuto in  ACCAREZZAMI MUSICA – IL “CANZONIERE” DI ALDA MERINI cofanetto (edito da Nar International e Sagapò, disponibile nei negozi di dischi e nelle librerie) con tutta la produzione in musica della poetessa milanese, frutto dell’esclusiva collaborazione, durata sedici anni, con GIOVANNI NUTI. Un’edizione speciale con 6 CD, 1 DVD, 114 canzoni di cui 13 inedite, 21 brani con la voce recitante di Alda Merini e duetti di Giovanni Nuti con 29 artisti del mondo  della musica e del teatro (Renzo ARBORE, Fabio ARMILIATO, Peppe BARRA, Alessio BONI, Lucia BOSÈ, Sergio CAMMARIERE, Rossana CASALE, Fabio CONCATO, Aida COOPER, Valentina CORTESE, Simone CRISTICCHI, Daniela DESSÌ, Grazia DI MICHELE, Marco FERRADINI, Eugenio FINARDI, Dario GAY, Enzo GRAGNANIELLO, Monica GUERRITORE, Mariangela MELATO, Iskra MENARINI, MILVA, Andrea MIRÒ, Rita PAVONE, Omar PEDRINI, PICCOLI CANTORI di Milano, Daniela POGGI, Gigi PROIETTI, Enrico RUGGERI, Lina SASTRI).

I due CD di inediti: “Il muro degli angeli” sono disponibili anche negli stores digitali.

Il progetto è stato realizzato con il sostegno della Fondazione Gianmaria Buccellati, grande orafo milanese e mecenate.

Ecco come GIOVANNI NUTI parla del brano “Il Pifferaio di Hamelin”: “Alda Merini fa riferimento nel suo testo inedito alla famosa fiaba dei fratelli Grimm per parlare di una storia d’amore maledetta. Un’amante crudele, un amato idealmente ‘mangiato’ dall’amante come un dessert. Tuttavia, le mani legate dell’amato, il suo desiderio di rifugiarsi in un mondo da favola, l’impossibilità di amare, la presenza amica della luna sono tutti elementi che rimandano all’esperienza atroce del manicomio vissuta da Alda. In quel luogo di sofferenza era vietato amare. In questo brano sono affiancato da due straordinari Artisti: Fabio Concato, con il calore suadente della sua voce di interprete raffinato, e Lucia Bosè, che recita una parte del testo con fascino e autorità”.

A questo link, il video dall’esibizione al Teatro Dal Verme di Milano, dello scorso 20 ottobre 2017: https://youtu.be/eLZmG4hVMjY

ALDA MERINI, una delle maggiori poetesse italiane, è nata il 21 marzo 1931 a Milano. Dopo aver vissuto quasi tutta la sua esistenza in una casa sui Navigli, è morta il giorno di Ognissanti del 2009 all’ospedale San Paolo di Milano. Già apprezzata in gioventù da Pasolini e Quasimodo (esordì giovanissima, a sedici anni), dopo anni di oblio conseguenti al suo internamento in manicomio, seppe trasformare il suo drammatico vissuto in versi limpidi e visionari che le valsero numerosi riconoscimenti, tra cui, nel 1993, il Librex-Guggenheim Eugenio Montale per la poesia, nel 1996 il Viareggio, nel 1997 il Procida-Elsa Morante e nel 1999 il premio della Presidenza del Consiglio dei Ministri settore poesia. Nel 1996 e nel 2001 fu candidata, rispettivamente dall’Académie Française e dal Pen club italiano, al Nobel per la letteratura. Tra le sue opere poetiche La presenza di Orfeo (1953), Paura di Dio e Nozze romane (1955), Tu sei Pietro (1961), La Terra Santa (1984), Vuoto d’amore (1991), Ballate non pagate (1995), Corpo d’amore. Un incontro con Gesù (2001), Magnificat. Un incontro con Maria (2002), La carne degli angeli (2003), Poema della croce e Clinica dell’abbandono (2004), Le briglie d’oro (2005), Cantico dei Vangeli (2006), Padre mio (2009), Il carnevale della croce e Il suono dell’ombra (2010). Alda Merini si è dedicata anche alla prosa: L’altra verità. Diario di una diversa (1986), La pazza della porta accanto (1995)

GIOVANNI NUTI musicista e cantante toscano, di Viareggio, ma  milanese di adozione, ha all’attivo 9 album e ha collaborato con Enrico Ruggeri, Roberto Vecchioni, Lucio Dalla, Mango, Enzo Avitabile, Milva, Dario Gay, Marco Ferradini e Simone Cristicchi. Nel 1993 incontra Alda Merini e dalla loro collaborazione durata sedici anni – che Merini definiva «matrimonio artistico» – sono nati numerosi spettacoli che li hanno visti protagonisti sul palcoscenico e quattro CD: Milva canta Merini (2004) per il quale Giovanni Nuti compone tutte le musiche; Poema della croce (2005); Rasoi di seta (2007); Una piccola ape furibonda (2010). Nel 2012 esce Una pequeña abeja enfurecida: Giovanni Nuti canta Alda Merini in spagnolo con la partecipazione straordinaria di Lucia Bosé che ha curato le versioni in castigliano di tutte le poesie-canzoni. Ad agosto 2013 Giovanni Nuti musica il mantra hawaiano del perdono HO’OPONOPONO e pubblica la registrazione in 10 lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, tedesco, russo, greco, cinese, giapponese. A dicembre 2014 viene pubblicata la composizione di Giovanni Nuti, Cantico delle creature, suite di 11 brani per pianoforte eseguiti dalla pianista Elena Papeschi (Sagapò in coedizione con Casa Musicale Sonzogno), ispirata dalle laudi di San Francesco «da fratello Sole a sora nostra Morte corporale» e dedicata “a Papa Francesco promessa e speranza di una Chiesa povera e cristiana”. Ad aprile 2016 Sony Music ripubblica in versione digitale il primo album Al parco dei silenzi con l’aggiunta del brano inedito “Nero” (testo di Maurizio Piccoli). Attualmente Giovanni Nuti è impegnato nello spettacolo Mentre rubavo la vita. Al suo fianco, ad interpretare il “canzoniere” meriniano, Monica Guerritore, nella veste inedita di cantante.

Milano Post

Milano Post è edito dalla Società Editoriale Nuova Milano Post S.r.l.s , con sede in via Giambellino, 60-20147 Milano.
C.F/P.IVA 9296810964 R.E.A. MI – 2081845

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.