Panico in treno: banda rapina e accoltella un passeggero sulla Milano-Piacenza

Cronaca

Milano 11 Gennaio – Ennesima giornata di paura sui treni della tratta Milano-Piacenza a causa di una gang di ventenni che mercoledì a mezzogiorno ha terrorizzato un intero convoglio da Milano Rogoredo a Lodi. È durato poco il tentativo di fuga – dopo diverse aggressioni, una rapina e un accoltellamento a un passeggero – di tre ventenni nordafricani che la questura di Lodi ha arrestato in serata dopo aver fermato e sentito almeno otto persone tra malviventi, vittime e testimoni.

Panico sul convoglio

La gang, formata da due marocchini di 24 e 25 anni e da un nigeriano di 21 anni, ha scatenato il panico fra i pendolari mercoledì pomeriggio prima sul convoglio tra Rogoredo e Lodi e successivamente sul piazzale della stazione, dove ha letteralmente preso a sassate diversi pendolari impauriti: armati di un coltello hanno rapinato un senegalese di 19 anni ferendolo a un’ascella per portargli via il cellulare e il portafoglio, poi hanno malmenato e costretto a scendere a Tavazzano, sotto la minaccia del coltello, un pendolare ivoriano che era accorso in suo aiuto. Una volta scesi a Lodi i tre hanno raccolto decine di pietre dalla massicciata ferroviaria divertendosi a prendere come bersaglio i vagoni del treno fermo e poi i pendolari e gli studenti spaventatissimi sul piazzale della stazione, dileguandosi infine verso il terminal degli autobus. È qui che gli uomini della mobile e della squadra volanti di Lodi li hanno trovati e prelevati, insieme ad altri ragazzi che poi si sono rivelati testimoni delle bravate della gang nordafricana se non addirittura vittime. I tre giovani sono stati portati nel carcere di Lodi in attesa di convalida e tutti accusati di reati che vanno dalla rapina, alla tentata rapina e alle lesioni nei confronti di almeno due viaggiatori pendolari. Il senegalese accoltellato è stato portato in pronto soccorso e medicato: per sua fortuna si tratta di una ferita lieve. Nel pomeriggio, intorno alle 15.30, un secondo episodio sulla linea, questa volta con vittima un capotreno sul regionale 20415 che dopo un’accesa discussione con un viaggiatore sarebbe stato colpito sulla schiena con l’ombrello. Sull’episodio indagano Polfer di Lodi e carabinieri di Codogno ma dell’aggressore non c’è traccia. (Corriere)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.