Le bici gialle abbandonate ovunque ma il Comune non ci aveva pensato

Fabrizio c'è Milano
Milano 9 Ottobre – E’ veramente comico che l’assessore Rozza invochi più senso civico a proposito delle biciclette abbandonate ovunque. L’Assessore, che un paio di anni fa imbrattò un’auto parcheggiata male, ha tirato in ballo addirittura la scuola e l’educazione civica. Secondo Rozza il problema delle bici abbandonate ovunque, nella Darsena, sugli alberi, fuori Milano, è che manca l’educazione civica.
L’assessore alla Sicurezza lo scopre adesso ?  Sebbene il senso civico fra i milanesi sia sempre stato alto, il problema è che ci sono migliaia di persone che se ne fregano di ogni regola: parliamo dei vandali che imbrattano e danneggiano  tutto, dei migranti che bighellonano senza pagare nulla, di coloro che fanno attività illecite alla luce del sole.
Ora era così difficile pensare che l’esperimento delle bici Free flow sarebbe stato inteso da queste persone per fare atti di vandalismo o semplicemente accaparrarsi le bici gialle e toglierle dalla disponibilità  degli utenti?
Suvvia Carmela Rozza con tutto quello che si vede non era difficile immaginare che le bici libere non gestite e custodite sarebbero divenute preda dei malintenzionati oppure abbandonate senza rispetto per il decoro di strade e marciapiedi.
Quanto è superficiale l’amministrazione comunale che ha lanciato questo servizio senza valutare le conseguenze. Per loro l’annuncio, magari maneggiando termini inglesi, viene prima del  servizio efficiente erogato ai cittadini

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.