Voghera (PV): Rumeno che aveva incendiato l’abitazione finisce nuovamente in carcere.

Cronaca

Milano 21 agosto – I Carabinieri della Stazione di Voghera hanno tratto in arresto S.I. un rumeno 41enne già tratto in arresto il 29 aprile di quest’anno da una pattuglia dell’Aliquota Radiomobile della Compagnia Carabinieri di Voghera per incendio aggravato, danneggiamento aggravato, maltrattamenti in famiglia e resistenza a P.U. . L’uomo infatti era stato sorpreso dai Carabinieri mentre, in evidente stato di ebrezza, appiccava il fuoco nella sua abitazione, in un appartamento di Voghera, asserendo che il suo gesto era dovuto alla rabbia nei confronti della compagna, una romena del 1978, a cui aveva già tagliato le gomme dell’autovettura e che aveva percosso e minacciato. Solo l’immediato intervento dei Carabinieri aveva impedito che il fuoco divampato nella stanze potesse propagarsi mettendo in pericolo anche l’incolumità di altri condomini  abitanti nello stabile.

Dopo ulteriori segnalazioni ed accertamenti svolti dall’Arma territoriale il GIP del Tribunale di Pavia ha infine  revocato gli arresti domiciliari disposti in precedenza ordinando l’esecuzione della misura cautelare in carcere, per violazioni delle norme comportamentali, eseguita associando il rumeno alla Casa Circondariale di Voghera.

I Carabinieri hanno inoltre denunciato P.T. rumena del 1960, che ospitava l’arrestato durante la sua detenzione domiciliare, in quanto la donna, compreso che l’uomo sarebbe stato tradotto in carcere, ha aggredito i carabinieri cercando di impedire l’arresto.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.