Banda rom ruba le batterie degli ascensori di un palazzo Aler

Cronaca

Milano 29 Luglio – Furto pluriaggravato in concorso. È l’accusa a cui devono rispondere cinque cittadini romeni, pregiudicati, arrestati dai carabinieri nella serata di giovedì 28 luglio a Pieve Emanuele, nel milanese, mentre stavano depredando un palazzo disabitato dell’Aler in via dei Tulipani.

Il quintetto, come riferito dal comando provinciale di Milano, ha scardinato una porta ed è entrato nello stabile dove ha iniziato a rubare le batterie d’emergenza degli ascensori. I militari si sono accorti dei ladri quando, durante un servizio di pattugliamento, hanno visto un furgone con i portelloni aperti parcheggiato nelle vicinanze dello stabile. Non solo, una volta scesi e avvicinatisi alla porta hanno notato che i sigilli erano stati strappati e poco dopo si sono visti comparire di fronte due malviventi di 63 e 55 anni. Entrambi sono stati braccati e non hanno opposto resistenza all’arresto, anzi.

Il fatto ha fatto insospettire i carabinieri che hanno chiamato rinforzi. Sul posto sono intervenute altre gazzelle che hanno circondato l’edificio, poi i militari sono entrati nello stabile sorprendendo altri tre ladri, sempre cittadini romeni pregiudicati. Per loro sono scattate le manette con l’accusa di furto. Le batterie sono state recuperate e restituite ad Aler, proprietaria dello stabile.

(MilanoToday)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.