Oggi, primo maggio, mostre, concerti, mercati a Milano

Cronaca

Milano 1 Maggio – Mostre, sagre, concerti, laboratori, film, workshop ed inaugurazioni. Sono tanti gli eventi in programma per oggi, 1 maggio. Da non dimenticare i cortei e le manifestzioni unitarie nelle diverse città lombarde. 

MILANO

1° maggio, Festa dei Lavoratori, a “La Cordata”, nel giardino di Via Zumbini 6, si terrà Concerto in Barona, quarta edizione dell’evento gratuito a cura di Bonaventura Music Club in collaborazione con Municipio 6 del Comune di Milano e Comitato Villaggio Barona. In programma: musica all’aperto, bancarelle per hobbisti, articoli di seconda mano, prodotti agricoli a filiera corta, giochi per i più piccoli, installazioni d’arte, mostre, punti di ristoro. Ad alternarsi sul palco dalle 13 alle 23: Cristina Giustini, Lene Soul band, Soul Mutation, Marquica, Feyzi, Gabriele Scaratti band, Blue Cacao, The Vipers trio, Kappleman Joy Band, Mama’s Anthem, Asseneutro funky band, Funky Town band, Nonsolofunk, Open Mouth Blues Orchestra.

1 maggio, con partenza alle 8 dalla Stazione Centrale, tour in treno d’epoca a vapore: un viaggio alla scoperta della storia, della cultura e dei parchi fluviali della cittadina bresciana con successiva escursione al lago d’Iseo sui bei lungolago di Paratico e Sarnico.

1° maggio al Parco Esposizioni di Novegro verrà ospitato Il Bagagliaio. L’iniziativa consiste in un variopinto mercato di compravendita e scambio: tutti i privati potranno partecipare esponendo gli oggetti in buono stato che desiderano dare via. Ad aspettarvi accessori per la casa, abbigliamento, libri, mobili e curiosità. Dalle 8.30 alle 17.30.

1 maggio, la piazza I Maggio di Legnano si anima con le prelibatezze dello street food e gli spettacoli di musica dal vivo.

La Sagra Pugliese torna al Centro Sportivo di Garbagnate Milanese (MI) fino a oggi, 1° maggio, portando tutti i sapori più buoni del Mezzogiorno. Specialtà come: orecchiette alle cime di rapa, spaghetti alla tarantina, impepata di cozze, lampascioni, taralli e carteddate.

1 maggio a Lainate a Villa Litta Ninfeamus Wunder Mrkt, il “mercato delle meraviglie”, arriva a Villa Litta (Lainate) in versione primaverile con una festa-mercato dedicata alla creatività, tra profumi e sapori, intrattenimento e tante sorprese. Oltre cento espositori saranno presenti con abbigliamento, arte e oggetti bizzarri e rari; ad intrattenere i presenti poi, anche musica live e deejay set, attività per i bimbi, laboratori e punti ristoro.

1° maggio Villa Arconati celebra una grande festa di riapertura per la stagione primavera-estate 2017. Ad attendere i visitatori personaggi in costumi del Settecento, secolo d’oro per l’edificio, che narreranno storie del passato di questo luogo.

1° maggio, Festa dei Lavoratori, rimarranno aperte le seguenti strutture museali di Milano: Museo del Novecento Via Marconi, 1 – Milano Orario: 14:30-19:30. Prenotazione: nessuna. Mudec – Museo delle Culture  via Tortona, 56 – Milano Orario: 9:30-19:30 (ultimo ingresso 18:30). Prenotazione: nessuna. Palazzo Reale  Piazza Duomo, 12 – Milano Orari: 9:30-19:30. Prenotazione: nessuna. Padiglione d’Arte Contemporanea Via Palestro, 14 – Milano Orari: mostre 9:30-19:30. Prenotazione: nessuna.

Fino al 18 giugno a Palazzo Reale la mostra “Keith Haring. About art”. L’esposizione presenta 110 opere, molte di dimensioni monumentali, alcune delle quali inedite o mai esposte in Italia. Le opere dell’artista americano si affiancano a quelle di autori di epoche diverse, a cui Haring si è ispirato e che ha reinterpretato con il suo stile unico e inconfondibile.

Fino al 13 maggio a Palazzo Reale è visitabile Lybia a Human Market Place, la rassegna fotografica di Narciso Contreras, 7° vincitore del Prix Carmignac di fotogiornalismo. Il fotogiornalista messicano, tra febbraio e giugno 2016, ha viaggiato in Libia, dove ha potuto documentare la barbarie del traffico di esseri umani. Migranti, rifugiati e richiedenti asilo si trovano progionieri in carceri sovraffollate, nella totale assenza di infrastrutture sanitarie ed esposi a violenti pestaggi. Totalmente in balia delle milizie militari, vengono sfruttati, venduti e comprati a fini economici e commerciali.

Dopo le rassegne dedicate a  Paul Gauguin e aJoan Mirò, il Mudec di Milano dedica una nuova mostra a un altro geniale e originalissimo protagonista dell’arte del Novecento, la grande pittrice messicana Frida Kahlo. Frida saprà tradurre le difficoltà della propria esistenza nella forza della sua arte.  Nelle sue opere comunica una coinvolgente passione per la vita e per se stessa: sono, infatti, numerosi gli autoritratti della donna, in cui utilizza spesso un linguaggio simbolico per comunicare il proprio dolore, con riferimenti alla mitologia azteca e al Messico. Fino al 3 giugno.

Una grande mostra a Milano dedicata al genio di Albrecht Dürer,considerato a buona ragione il principale esponente dell’arte del Rinascimento in Germania: pittore, matematico, trattatista, incisore, studioso del mondo naturale, l’estro poliedrico di Dürer può facilmente essere associato a Leonardo da Vinci, suo contemporaneo, col quale condivise più di un interesse. A Palazzo Reale fino al 24 giugno.

La mostra di Kandinskij al Mudec di Milano combina la vocazione del Museo al connubio arte e scienza e all’esplorazione di diverse culture con il percorso di ricerca artistica del fondatore dell’astrattismo. La mostra “Kandinskij, il cavaliere errante. In viaggio verso l’astrazione” presso il Mudec di Milano ricostruisce il periodo di formazione del linguaggio artistico del pittore fino al 1921, anno del trasferimento in Germania, andando alla ricerca delle fonti visive da lui reperite durante i suoi viaggi.  Attraverso opere provenienti dai più importanti musei russi, alcune per la prima volta esposte in Italia, messe a confronto con esempi della cultura popolare, cui si ispirò, il percorso della mostra costituisce un vero e proprio viaggio alla scoperta delle esperienze biografiche e culturali di Kandinskij e delle tappe che hanno portato il pittore all’approdo all’astrattismo che ha rivoluzionato il corso dell’arte occidentale del Novecento.  La mostra di Manet a Palazzo Reale di Milano è una grande esposizione che, attraverso oltre 50 capolavori di Manet, Renoir, Degas e altri maestri della Parigi di fine Ottocento, illustra l’epoca in cui la capitale francese si affaccia alla modernità innovando la propria arte e la propria cultura. Fino al 2 luglio. Tutte le informazioni

La mostra “Santi d’Italia” a Palazzo Reale di Milano, presenta una selezione di preziosi capolavori provenienti in particolare dai Musei Vaticani e dal Tesoro di San Pietro, collegandosi idealmente con la visita papale nel capoluogo lombardo, prevista nel 2017. Fino al 4 giugno.

Fino al 25 giugno a Palazzo Reale è visitabile la mostra Charlotte Salomon. Vita? O teatro?La personale è dedicata alla giovane pittrice ebrea berlinese (1917-1943) che durante il nazismo si rifugiò a Nizza, ma che in seguito venne arrestata dalla Gestapo e deportata nel campo di concentramento di Auschwitz, dove morì. La sua breve esistenza è raccontata attaverso centinaia di tempere, la cui potenza espressiva rende perfettamente lo spaccato più tragico del secolo passato. La curatela è affidata alla Fondazione Charlotte Salomon e a Bruno Pedretti.

La mostra “Dinosauri. Giganti dall’Argentina” al Mudec di Milano presenta una straordinaria panoramica sulla storia dei dinosauri, dalle loro origini fino alla loro scomparsa. In mondo, quello dei dinosauri, la cui conoscenza è in continua evoluzione: la mostra “Dinosauri” infatti prende spunto da alcune importanti nuove scoperte paleontologiche argentine per presentare al grande pubblico l’affascinante storia dei grandi giganti del Cretaceo, che ancora nascondono tanti misteri e tante incognite. La mostra espone una straordinaria selezione di reperti provenienti dai più importanti musei scientifici al mondo e ricostruzioni sofisticate che illustrano la storia, l’evoluzione e l’estinzione delle tante specie di dinosauri che si avvicendarono nell’arco di 150 milioni di anni sul nostro Pianeta, dal Triassico fino al Cretaceo. Fino al 2 luglio.

 1° maggio al Museo della Scienza e della Tecnologia “Leonardo Da Vinci” si tiene Primavera al Museo, un programma di laboratori interattivi, attività e visite alle collezioni per bambini. Si inizia con i workshop di Biotecnologie e Alimentazione Ingredienti sorprendenti  (bambini dai 7 anni e adulti), per creare con la cucina molecolare cibi luminosi, plastiche da mangiare e nuove consistenze; ed Esplosione di colori (bambini dagli 8 anni e adulti), per usare latte, olio, caramelle scoprendo perché i liquidi non si mescolano, le sostanze non si sciolgono e le schiume esplodono Sempre nelle stesse giornate l’attività Marinai per un giorno (bambini dai 3 ai 5 anni) permette ai piccoli di vestire i panni dell’equipaggio di un’antica caravella e vivere le incredibili avventure dei grandi navigatori. Previste anche nuove visite guidate (bambini dai 3 ai 6 anni) tra treni, navi, brigantini, velieri e transatlantici, aerei e razzi spaziali, alla scoperta delle collezioni del Museo. (Il Giorno)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.