Hai bevuto troppo? Te lo dice il braccialetto

Cronaca

L’idea è della startup americana Milo Sensors che ha presentato al Ces di Las Vegas il bracciale Proof dotato di biosensori in grado di tracciare in ogni momento il livello di alcol nel sangue

Milano 23 Gennaio – Un pasto senza vino è come un giorno senza sole». Diceva Anthelme Brillat-Savarin, famoso gastronomo francese, quasi 200 anni fa. Un bel bicchiere di vino durante la cena è per molti un must, per altri lo è il cocktail il sabato sera o la birra il venerdì sera. Pochi hanno con sé un etilometro e ancora meno hanno intenzione di usarlo per una birra; dal Ces (Consumer Electronics Show) di Las Vegas, arriva la soluzione a portata di smartphone: «Proof», un braccialetto (collegato ad un’app) che traccia in tempo reale il livello di alcol nel sangue.

Come funziona 

startup americana Milo SensorsProof fa parte della famiglia delle tecnologie indossabili (wearable) e funziona in maniera molto simile ai braccialetti di tracking per le attività sportive. La differenza è in una piccola cartuccia dotata di sensori che viene inserita al suo interno; grazie a una tecnologia brevettata, questa cartuccia speciale è in grado di tracciare la quantità di alcol nel sangue analizzando la sudorazione. «Il sensore biometrico da polso è stato sviluppato per fornire un preciso monitoraggio del livello di alcol nel sangue senza bisogno di un prelievo o di soffiare in un etilometro» ha detto Bob Lansdorp, responsabile del progetto. «La particolarità di Proof è che può svolgere l’attività di tracking per 12 ore consecutive; lo indossi la sera prima di uscire e per tutta la notte comunicherà costantemente al vostro smartphone il livello di alcol». Per essere ancora più sicuri di contenersi durante la nottata, è possibile impostare una soglia massima superata la quale l’applicazione vi avvertirà.

La startup 

Proof è stato progettato dalla società americana Milo Sensors, specializzata in tecnologie di tracciamento. Il bracciale ha vinto lo scorso anno 100.000 dollari al concorso sulle «tecnologie indossabili contro l’alcolismo» indetto dall’Istituto Nazionale per l’abuso di alcolici in Usa. I Ceo e fondatori della startup hanno dichiarato al Ces che nel corso del 2017 si darà il via a una campagna di crowdfunding per completare il progetto e iniziare la vendita al dettaglio. (Corriere Innovazione)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.