Milano ricorda i deportati nei lager con “Pietre d’inciampo”, il monumento diffuso più grande d’Europa

Milano

Milano 18 Gennaio – Milano ricorda il suo impegno antinazista, antifascista e contro le violenze per un anno intero con “Milano e’ memoria”, una piattaforma in cui confluiranno tutti gli appuntamenti organizzati in citta’ su questi temi. Non solo dunque, celebrazioni ed eventi in occasione del Giorno della Memoria, il prossimo 27 gennaio, ma un calendario di iniziative che arrivano fino al prossimo dicembre. Il primo appuntamento in programma e’ con ‘Pietre di Inciampo’, il piu’ grande monumento diffuso d’Europa dedicato ai deportati nei lager nazisti. Un’occasione anche per colmare una ‘mancanza’ della citta’: le pietre sono gia’ 56 mila in tutto il mondo. In vista del giorno della Memoria, il 19 gennaio Milano ricordera’ sei dei suoi cittadini vittime dei nazifascisti, collocando un sanpietrino ricoperto di ottone, davanti alle loro abitazioni. Ogni sanpietrino riportera’ nome, anno di nascita, giorno e luogo della deportazione e della morte.
Il primo sara’ collocato alle ore 12 davanti la casa di Alberto Segre in corso Magenta. Con queste pietre si vuole far inciampare l’indifferenza e fermare ogni possibile nostalgia deviata. Di indifferenza parla anche Liliana Segre, presidente del comitato milanese Pietre di inciampo. “Milano e’ arrivata per ultima – osserva – ma per fortuna adesso ci siamo messi in moto. Adesso queste persone non saranno dimenticate, almeno con una ‘pietra di inciampo’. Spero che i cittadini capiscano perche’ Milano per certi versi e’ una citta’ molto indifferente, molto di fretta, molto occupata ad andare, non si ferma a guardare quello che sta succedendo sotto i suoi occhi”. Il 29 gennaio si terra’ una commemorazione della deportazione degli ebrei al Memoriale della Shoah, al binario 21. Un’area museale ancora incompleta per la mancanza di 2 milioni di euro. Ma il sindaco ha assicurato che se ne sta discutendo e a breve si dovrebbe trovare una soluzione. L’auspicio di Sala e’ che Milano “diventi sempre piu’ memoria attiva” e per questo il calendario degli eventi di ‘Milano e’ memoria’, si snoda lungo tutto l’anno, concentrandosi intorno a quattro date simboliche, quella del 27 gennaio, quella del 25 aprile, festa della Liberazione, il 9 maggio giorno della Memoria delle vittime del terrorismo, e 12 dicembre, anniversario della strage di piazza Fontana. (Corriere Quotidiano)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.