Che si aspetta a intervenire in Via Gola?

Fabrizio c'è Milano
Milano 5 Gennaio – Ogni tanto a Milano succede qualcosa che risveglia le istituzioni e i responsabili dell’ordine pubblico dal loro quieto vivere.
C’è stata la protesta dei residenti di fronte al boschetto di Rogoredo, o l’omicidio in  Via Padova.
Il 31 dicembre è stata la volta di Via Gola. Lì il solito gruppo di spacciatori, antagonisti e abusivi ha festeggiato capodanno dando fuoco a degli ammassi di mobili che erano stati buttati in strada. Ai Vigili del Fuoco accorsi a spegnere le fiamme è stato tirato addosso di tutto. Un residente che chiedeva garbatamente ai rivoltosi di smettere è stato aggredito e malmenato.
Così Sindaco, Assessore Rozza e giornali si sono accorti che Via Gola è in mano a quella umanità varia. Ma da quanto tempo i residenti ma anche il centrodestra denunciano che la zona è fuori controllo? Saranno almeno 5 anni. Però ci vuole il fatto eclatante.
Rozza ora parla di tavoli. La questione è molto banale. Bisogna mandare un battaglione di uomini per sgomberare le case occupate da spacciatori e antagonisti che la fanno da padroni. Bisogna assumersi la responsabilità di uno scontro fisico coi centri sociali che proteggono pusher e occupanti abusivi.
Quanti a sinistra avranno il coraggio di difendere i residenti e di sgomberare i centri sociali? Quanti nelle istituzioni preferiranno il quieto vivere con la speranza che per un po’ non si parli di Via Gola?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.