A Piacenza Francesco Ghittoni, mostra curata da Vittorio Sgarbi e visita guidata organizzata dall’ordine degli architetti

Cultura e spettacolo

Milano 3 Gennaio – L’Ordine degli Architetti P.P.C. di Piacenza, in collaborazione con la Banca di Piacenza, organizza una Visita Guidata della Mostra “FRANCESCO GHITTONI TRA FATTORI E MORANDI”, a cura di Vittorio Sgarbi e Valeria Poli.

sgarbi-ghittoniLa Visita Guidata si svolgerà nella giornata di domenica 15 gennaio 2017 alle ore 11.00, presso Palazzo Galli – Salone dei Depositanti, Sale Douglas Scotti e Ranieri – Via Mazzini, 14 Piacenza.

Durata 1,30 h circa, aperto ad amici e parenti.

Per la partecipazione è necessaria l’iscrizione sulla Piattaforma IM@TERIA.

L’evento è GRATUITO

Vittorio Sgarbi: “Il Ventesimo secolo, per la storia dell’arte, ha costituito un momento di grande rottura, siamo passati dalla ricerca del bello, dalle opere di Giotto, Piero Della Francesca e Raffaello a grandi tagli sulla tela e orinatoi. Si è perso il senso del bello? Forse. Per fortuna in questa isola felice protetta dalla nebbia, che è Piacenza, hanno prosperato artisti come Foppiani, Bertè, Cinello, Armodio. E sicuramente l’armonia e il bello si ritrovano nelle opere di Ghittoni. Incantano i suoi paesaggi eterei e idilliaci; colpiscono profondamente le sue opere di genere segnate ed ispirate da alcuni drammi personali, come la morte del figlioletto gettato dalla finestra dalla moglie, impazzita. Sono opere che sfuggono ogni manierismo e raccontano un’umanità vera, dolente, con un carico di emozione e spiritualità difficili da ritrovare nei dipinti di altri artisti.”

ghittoni1Valeria Poli: “Francesco Ghittoni è senza dubbio un pittore profondamente piacentino, che tuttavia merita di essere annoverato insieme a Fattori, Morandi, Signorini, Abbiati, Rossano ed altri, fra i maggiori artisti italiani attivi fra Ottocento e Novecento. La mostra è suddivisa in quattro aree tematiche: i ritratti, i soggetti religiosi, paesaggi e vedute e pittura di genere. Ghittoni è un artista a tutto tondo che sapeva affrontare qualunque genere, infatti dietro ad ogni sua opera c’è uno studio preciso ed accurato, documentato dai numerosi bozzetti e disegni preparatori, che sono stati catalogati. Ghittoni si è formato in Accademia e non hai mai dipinto solo per passione: l’arte era il suo lavoro. Ha esposto anche all’estero e nel 1939, anno a cui risale la prima mostra postuma a lui dedicata, per la quale ha riscosso un grande successo di pubblico e di critica.”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.