Sulla carta tanti divieti ma nel verde aumentano bivacchi, spaccio e rave party

Fabrizio c'è Milano
Milano 25 Novembre – Molti parchi sono in balia del degrado, dello spaccio e della protervia di numerose persone che vi bivaccano e li usano come latrine. Ma la priorità anche per Sala e il suo Assessore Maran è quella di approvare un nuovo regolamento, lungo il triplo di prima, zeppo di divieti e obblighi per i privati e i milanesi per bene. A coloro che bivaccano, spacciano, sporcano e devastano il nostro verde il regolamento farà il solletico. degrado-parchiIl Comune infatti non ha previsto alcun controllo, alcuna vigilanza aggiuntiva: come sempre a furbetti e incivili nessuno contesterà alcuna violazione!
E’ cominciato dunque ieri l’esame in Consiglio Comunale di questo nuovo ennesimo regolamento. Durerà parecchio perché io e altri colleghi di Forza Italia vogliamo modificarlo un bel  po’ e vogliamo prima ottenere la garanzia che, oltre alle scartoffie, il Comune aumenti gli investimenti sul verde e la sicurezza nei parchi.
Il nuovo documento è la summa del vero ambientalista ecosostenibile e di tutte le sue fisse radicalchic.
Nel nuovo regolamento del Verde ci sono 4 articoli e 58 righe dedicate agli animali e 1 articolo e 22 righe dedicate ai bambini. Priorità lunari rispetto alle esigenze delle famiglie, che chiedono più aree gioco e più sicurezza e pulizia per quelle attuali.parco-testori
Anche la Giunta Sala insiste poi nel fissare centinaia di divieti nei confronti dei cittadini e della proprietà privata, mentre non obbliga il Comune a migliorare la manutenzione, l’illuminazione, il presidio.
Il privato deve chiedere il permesso di potare, il Comune può abbattere centinaia di alberi storici senza alcuna procedura da rispettare.
Insomma la solita sinistra che vive sulla luna mentre nei parchi di Milano si svolgono rave party, feste di partito, villaggi e feste  etniche.
.
Fabrizio De Pasquale, consigliere comunale di Forza Italia 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.