Treni: fermate e controllate 4.000 persone, quasi il 70% trovate senza biglietto

Cronaca

Milano 22 Novembre – Circa 4.000 persone fermate e controllate in soli sei giorni: questi i risultati del progetto “Tratta sicura”. Occhi più che ben aperti, quindi, sui treni delle linee Milano-Bergamo e Bergamo-Treviglio. Di queste 4.000, ben 2.611 sono state respinte e fatte scendere dai convogli, mentre le altre 1.400 hanno pagato il biglietto a bordo proseguendo così il viaggio. Il 75% dei controllati sono immigrati. Dati che, aggiunti al fatto che il 3,5% di coloro che quotidianamente si muovono su queste due direttrici non pagano il biglietto, fanno capire quanto sia stato fatto fin qui e quanto ci sia ancora da fare. I controlli su queste linee continueranno fino al 15 dicembre.

“Questa operazione – afferma l’assessore regionale a Infrastrutture e Mobilità, Alessandro Sorte – sta dando risultati che vanno molto al di là delle aspettative. Ringrazio la Polfer che sta dando una grande mano non solo alle guardie armate giurate, ma anche alle squadra antievasione che stanno facendo un lavoro davvero encomiabile”. Solo Milano-Bergamo e Bergamo-Treviglio? Forse in futuro questa operazione potrà essere estesa anche ad altre linee. “Spero che questo progetto possa essere esteso a tutte le altre tratte della Lombardia.  Non è infatti giusto viaggiare senza biglietto, come non e’ accettabile viaggiare con la paura come compagna di viaggio” aggiunge Sorte. (Il Giorno Milano)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.