Il centrodestra deve rinnovarsi ma rimanere unito. Se no…

Fabrizio c'è Politica
Milano 14 Novembre – Mentre la vittoria del no potrebbe essere a portata di mano, Salvini si candida premier e Forza Italia si divide. Non è il massimo…condivido il post di Lorenzo Castellani
Tunnel Centrodestra. Da un lato Salvini e Meloni, che non sono Trump né Boris Johnson e nemmeno la LePen per storia, connessioni internazionali, appoggi e percorsi politici. Dall’altro i resti di Forza Italia insieme a Parisi, uomo solo in mezzo al nulla, con il rischio di parlare un linguaggio liberale ma superato (la retorica del ’94 e la società civile sono belli che bruciati) e vedere sottratti molti temi da Renzi (su larga scala è così, almeno a chiacchiere). Il rischio è la protesta inconcludente e becera al 15% da un lato (qui c’è Grillo a far concorrenza non dimenticate) e la gamba moderata al 10-15% in qualche modo in aiuto a Renzi dall’altro lato. L’inverno si annuncia lungo e freddo.
Fabrizio De Pasquale, Consigliere Comunale di Forza Italia

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.