Municipio 5: cronaca di un incontro con l’assessore Rozza che non risolve un bel niente

Milano

Milano 1 Ottobre – Il Decentramento ai municipi sembra sia solo sulla carta. Molte le domande dei cittadini e dei consiglieri a cui l’Assessore Rozza non da risposte e soluzioni. Al Municipio vengono negati i mezzi richiesti per vigilare sulla sicurezza dei cittadini. Non possiamo neanche decidere come impiegare i pochissimi vigili di quartiere esistenti, (in zona 5 sono 27 per 134.000 abitanti) come se non fossimo noi Municipio ed i nostri cittadini a conoscere i problemi dei nostri quartieri. Altro limite all’utilizzo efficace dello “strumento”: i Vigili non possono andare a piedi ma solo in macchina per questioni di sicurezza. Il presidio dei quartieri, la presenza e la vicinanza dei vigili di quartiere ai cittadini sembra quindi un miraggio.
Le soluzioni proposte dall’Assessore alla maggior parte delle domande sono state: aumento dell’intensità della luce e qualche telecamera più. In generale non ci sono mezzi e soldi sufficienti. All’obiezione su un auspicabile impiego esterno di parte dei vigili in ufficio risponde che 400 su 3000 hanno esoneri per problemi fisici. Nessuna mossa in tal senso.
Intanto Milano rimane la Capitale d’Italia per furti (7.800 ogni 100.000 abitanti) triste primato italiano sia per furti d’appartamento che nelle attività commerciali. A mia domanda specifica su come prevenire e lavorare su questo problema risponde che sui furti d’appartamento non ha competenza che spetta invece alle forze di polizia e carabinieri. E così glissa di nuovo e scarica sugli altri.
Il degrado e la delinquenza nei quartieri popolari, anche questo non la tocca direttamente, dice dipendere da Aler (Regione) perché stanno togliendo i portinai. I quartieri con case popolari! MM (comune), invece, non la nomina neanche salvo poi essere criticata per questo e dire che MM sta ripristinando i portinai e quindi in quei contesti stanno meglio. Analisi semplicistica e imparziale a dir poco.
Potrei andare avanti ma mi fermo qui. Ad altre domande l’assessore risponderà dopo verifiche.

Senza deleghe specifiche in tema di sicurezza il municipio può solo denunciare situazioni, suggerire soluzioni o tentare di coordinare le forze in gioco. Noi Municipio stiamo facendo la nostra parte e continueremo a insistere per avere veri vigili di quartiere che presidino i quartieri ma che siano anche presenza, vicinanza e punto di contatto con la cittadinanza. Vediamo quale collaborazione intende attivare il Comune oppure se la visita dell’Assessore era solo una tappa della campagna elettorale dell’anno prossimo.

Silvia Soresina
Consigliere di Forza Italia al Municipio 5 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.