Via Gluck: cade dalla finestra per sfuggire alle percosse del compagno. La polizia lo arresta

Cronaca

Milano 28 Agosto – In via Gluck venerdì sera è stato arrestato per maltrattamenti un 44enne romeno pluripregiudicato che da tempo picchiava la compagna marocchina.

In un primo momento  era stato dato l’allarme per il tentato suicidio di una 41enne marocchina. Quanto sul posto sono giunti i soccorsi l’hanno trovata con numerose ferite e ubriaca. Intervenuta la Polizia con diverse volanti, e i vigili del fuoco, è stata chiarita la natura dell’episodio. Sul collo della vittima erano evidenti segni di strangolamento, è infatti emerso che era caduta dalla finestra del proprio appartamento mentre cercava di scavalcare un altro balcone per sfuggire alle percosse del compagno. Addosso aveva dei biglietti in cui dichiarava di voler farla finita ma ha spiegato che li ha scritti solo come atto dimostrativo perché non sapeva come mettere fine ai maltrattamenti. Trasportata al Policlinico in codice rosso la donna non è in pericolo di vita. Agli operatori ha confessato di subire da tempo pestaggi e insulti, e i numerosi testimoni accorsi hanno raccontato di aver visto parte della scena. Dalle ricostruzioni della Polizia è emerso che l’uomo è rientrato in casa ubriaco e ha iniziato a picchiarla e insultarla per futili motivi. La marocchina, aiutandosi con uno sgabello, ha cercato di fuggire dalla finestra con l’intenzione di scavalcare e raggiungere il balcone del primo piano, sotto il suo. Perdendo l’equilibrio, é caduta a terra, l’uomo si é intanto barricato nell’appartamento dove è stato arrestato. É di nazionalità romena, regolarmente residente in Italia e ha numerosi precedenti. La donna invece ha due figli in Marocco ed é in Italia con un permesso di soggiorno in attesa di rinnovo da aprile 2016, è incensurata e non ha mai sporto denuncia contro compagno. Già il 24 maggio scorso la coppia era stata protagonista di un episodio di maltrattamento in strada, in via Vitruvio, in seguito al quale l’uomo era stato indagato a piede libero.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.