Belgio: ferisce due agenti con machete urlando ‘Allah Akbar’. Ucciso dalla polizia

Esteri

Milano 7 Agosto – Urla ‘Allah Akbar’ e ferisce due agenti con un machete prima di essere ucciso dalla polizia a Charleroi. Le autorità del Belgio hanno confermato la morte dell’aggressore delle due donne poliziotto, precisando inoltre in un tweet che le due agenti sono “fuori pericolo”.

“I primi elementi raccolti indicano con chiarezza la pista terroristica”, ha dichiarato il premier belga Charles Michel.

macheteSull’attacco si è pronunciato via Twitter anche il vicepremier e ministro della Sicurezza e dell’Interno belga, Jan Jambon: “Un atto ignobile a Charleroi. Tutto il mio sostegno ai due agenti feriti e ai loro colleghi e alle loro famiglie. In corso valutazione da parte dell’OCAM”, l’Organismo di coordinamento per l’analisi della minaccia in materia di terrorismo ed estremismo.

L’uomo, armato di machete, si era avvicinato alla zona della torre della polizia a Charleroi, penetrando all’interno della parte protetta e al grido di ‘Allahu Akbar’ aveva colpito le due poliziotte, una delle quali ha riportato ferite profonde al viso. L’altra poliziotta è rimasta solo leggermente ferita. L’uomo è poi stato colpito da un terzo agente. (Adnkronos)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.