Bombe d’acqua e forti temporali. Emergenza Seveso e Lambro

Milano

Milano 5 Agosto – Venerdì di pioggia a Milano (e in tutta la Lombardia): la città si è svegliata sotto un temporale battente che a più riprese l’ha colpita causando disagi e black out, oltre ad allagamenti in più zone, mentre sono stati segnalati alberi sradicati per il vento.
Il Seveso è esondato alle 11.30 circa: sul posto per l’emergenza c’erano 9 pattuglie della Polizia locale, 2 squadre di Protezione civile e il posto di comando avanzato e il servizio idrico di MM che ha aperto tutti i chiusini.
«Emergenza Seveso – Lambro. Alle ore 11.22 è esondato il Seveso in via Padre Monti ma in via Ornato il livello è 197 cm e quindi molto probabilmente durerà pochissimo. Per ora non è uscito in nessun’altra strada. Chiusi alla circolazione in via preventiva viale Fulvio Testi e viale Ca’ Granda, a causa dell’emergenza Seveso. I tram 5 e 7 terminano la corsa il primo in viale Lunigiana e il secondo in via Santa Monica.

Trenta interventi

Una trentina di interventi dalle 8 alle 10 legati al maltempo sono stati effettuati dai vigili del fuoco, che sono tuttora impegnati sia a Milano città che nell’hinterland. Si tratta soprattutto di allagamenti, alcune macchine in panne e un fulmine su un palo elettrico. Finora non sono emersi episodi gravi ma di minuto in minuto giungono richieste di intervento. La perturbazione atlantica dovrebbe esaurirsi nella seconda metà della giornata di venerdì, ma il cielo rimarrà coperto specie sul settore occidentale della Lombardia. Da sabato è previsto il ritorno del bel tempo.
Si segnalano allagamenti anche in viale Sondrio e sulla A4, in particolare tra Sesto San Giovanni e il bivio della tangenziale Nord, con code a tratti tra il raccordo di viale Certosa e Sesto San Giovanni per traffico intenso. Molti i semafori non operativi in città.

La circolazione dei treni

Il maltempo che sta interessando la Lombardia sta provocando anche ripercussioni sulla circolazione ferroviaria di alcune linee regionali. In particolare sulla linea Milano – Varese la circolazione è rallentata dalle 8.10 di questa mattina per un guasto al sistema di distanziamento dei treni fra le stazioni di Gallarate e Varese. Sulla Gallarate – Luino la circolazione è invece ripresa alle 9.50 dopo che era stata sospesa dalle 22.30 di ieri, fra le stazioni di Gallarate e Laveno per la presenza di rami sulla linea di alimentazione elettrica dei treni. Sette i treni regionali coinvolti: 2 hanno registrato ritardi fino ad un’ora, 3 sono stati cancellati e 2 limitati nel loro percorso. Sulla linea Milano – Domodossola è ripresa all’1.30 di questa notte la circolazione ferroviaria, sospesa dalle 22.00 di ieri, fra le stazioni di Sesto Calende e Arona, per la presenza di rami sulla linea di alimentazione elettrica dei treni. Coinvolti 1 treno a lunga percorrenza che ha registrato un ritardo di un’ora e mezza e tre regionali con ritardi medi di circa tre ore. I tecnici di Rete Ferroviaria Italiana – è scritto in una nota – sono al lavoro, con personale dedicato all’emergenza, per garantire la mobilità dei viaggiatori. (Corriere)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.