Pacco bomba fa evacuare lo stadio di Manchester, ma era residuo di esercitazione dimenticato

Esteri

Milano 16 Maggio – La verità è giunta in serata, candidamente ammessa dalla polizia e rivelata dalla BBC: l’ordigno trovato sugli spalti dell’Old Trafford a Manchester, il cui ritrovamento aveva portato all’immediata evacuazione dello stadio e al rinvio di United-Bournemouth, era stato dimenticato lì nei giorni scorsi, dopo un’esercitazione ad opera di una compagnia privata, con l’uso di cani anti-esplosivo.

L’allarme bomba era stato lanciato poco prima del match, previsto per le 16, dopo alcune segnalazioni. La polizia aveva trovato un telefonino collegato a un tubo del gas nei bagni nella zona nord-ovest dello stadio e la partita era stata rinviata per ragioni di sicurezza. Nel pomeriggio, gli artificieri hanno fatto brillare il dispositivo con una esplosione controllata. Un dispositivo definito dagli esperti “incredibilmente realistico ma non funzionante”: qualcosa di molto somigliante a un ordigno, insomma, ma non si trattava di una bomba.
I FATTI – Inizialmente la partita era stata rinviata di 40 minuti: gli steward avevano fatto evacuare la Sir Alex Ferguson Stand e lo Stretford End – circa ventimila persone – invitando gli altri spettatori rimasti all’interno dello stadio a mantenere la calma. Poi la decisione di rinviare la gara per motivi di sicurezza e l’annuncio della polizia di Manchester su Twitter: “un’esplosione controllata è appena stata effettuata all’interno dello stadio da esperti artificieri ad Old Trafford”.
MARTEDÌ IL RECUPERO — La partita verrà recuperata martedì alle 20. E sabato prossimo il Manchester United sarà impegnato nella finale di FA Cup a Wembley contro il Crystal Palace. (La Gazzetta)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.