Rogoredo, gli enormi palazzi dello spaccio tra siringhe, rifiuti e topi. Il Comune intervenga

Cronaca
Milano 7 Aprile – I residenti di Rogoredo e Porto di Mare sono ormai esasperati – commenta Silvia Sardone, responsabile sicurezza e periferie di Forza Italia Lombardia e candidata alle comunali – dalla situazione di emergenza dei due palazzi abbandonati di Via Boncompagni e di Via Cassinis, ormai occupati da anni da sbandati e soprattutto spacciatori e drogati.
rogoredo7I due enormi stabili non sono messi in sicurezza e diventano ogni notte ritrovo per i vari tossicodipendenti che hanno trovato in Rogoredo l’area privilegiata per lo spaccio e il successivo utilizzo delle sostanze.
In Via Boncompagni chiunque può entrare negli enormi spazi dell’ecomostro in totale abbandono e ci si trova di fronte a scenari raccapriccianti tra decine e decine di siringhe, un quantità enorme di rifiuti, materassi e vestiti ovunque e segni evidenti di occupazioni notturne.
In Via Cassinis i commercianti sono disperati e seriamente preoccupati anche per le continue invasioni di ratti e per l’atteggiamento aggressivo degli sbandati nell’area. Gli abitanti si sono anche organizzati con una raccolta firme anche perchè c’è un asilo tra i due palazzi occupati e quindi esiste un serio problema di sicurezza e di igiene (a causa dei ratti) per i bambini che frequentano l’area.
C’è una vera e propria processione continua di “zombie” in cerca di stupefacenti che vanno nei due palazzi, amplificando l’idea di Rogoredo come quartiere della droga. Chiediamo un presidio fisso delle forze dell’ordine e la messa in sicurezza degli edifici oltre a una bonifica e alla disinfestazione delle aree in oggetto. Questo fiorente mercato dello spaccio va stroncato e i palazzi vanno controllati quotidianamente, per salvaguardare il diritto delle famiglie del quartiere ad uscire, in sicurezza, dalle proprie abitazioni.
rogoredo6
Il Comune, come in altre occasioni legate a palazzi occupati, non fa nulla pur avendo tutti i mezzi per intervenire, come le ordinanze per mettere in sicurezza i palazzi visti i gravi rischi per gli abitanti del quartiere. L’amministrazione non può continuare a “scaricare” sui privati le colpe, questo quartiere in ostaggio della criminalità è gravemente degradato dalle attività di spaccio che portano in zona centinaia di disperati. Il sindaco deve pensare alle preoccupazioni delle mamme per i loro bambini e alle giuste lamentele dei commercianti che subiscono furti, aggressioni e hanno il problema dei topi. Rogoredo merita attenzione e interventi rapidi per evitare conseguenze più gravi e non la solita sottovalutazione dei problemi di insicurezza e degrado nelle periferie.
In allegato le foto di estremo degrado dei due palazzi e video del sopralluogo con le scene da dentro l’area di via Boncompagni
rogoredo5
rogoredo1 (1) rogoredo2 rogoredorogoredo4

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.