“Mi spiace, mi sono addormentato”, sotto choc in ospedale l’autista del bus Erasmus

Esteri

L’autista dell’autobus a bordo del quale viaggiavano gli studenti Erasmus, coinvolto nell’incidente in Catalogna, è indagato per 13 omicidi per “imprudenza”. L’uomo, 63 anni, è ricoverato in terapia intensiva per una contusione polmonare. “Mi dispiace, mi sono addormentato”, avrebbe detto ai soccorsi subito dopo l’incidente secondo il quotidiano “La Razon”. Il governo catalano ha proclamato, per lunedì e martedì, due giorni di lutto.

Tredici finora le vittime: sette sono italiane, due tedesche, una romena, una uzbeka, una francese e una austriaca.

Il Papa “fortemente adddolorato – Il Papa piange le vittime dell’incidente in Catalogna. Il Pontefice, in un telegramma al vescovo di Tortosa Enricque Benavent Vidal, si è detto “fortemente addolorato nell’apprendere la notizia del tragico incidente” a Freginals. Papa Francesco ha quindi definito la morte del gruppo di giovani studenti una “perdita irreparabile”.

Media: “Molti salvi per le cinture” – Nel tragico incidente molti passeggeri che avevano messo la cintura di sicurezza si sono salvati. Secondo quanto emerso, quasi tutti i ragazzi dormivano al momento dello schianto, alle sei del mattino. Secondo “La Vanguardia” le ragazze morte sedevano nella parte sinistra del bus, vicino al finestrino, e si sono trovate schiacciate contro l’asfalto quando l’automezzo si è rovesciato.

Renzi in viaggio verso la Spagna – Il presidente del Consiglio, Matteo Renzi, è in viaggio verso Barcellona. Il premier renderà omaggio alle vittime dell’incidente del bus in Catalogna. (Tgcom24)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.