Sentieri Metropolitani: la app per vivere ed apprezzare Milano a piedi

Cronaca

Milano 11 Marzo – Sentieri Metropolitani è una app che guida turisti e cittadini a fruire al meglio di 10 percorsi che dal centro città conducono in tutte le zone di Milano e della sua periferia.
Scoprire o riscoprire la propria città può essere sorprendente, farlo a piedi è, non solo un’esperienza, ma ogni volta il racconto di una storia differente: la app Sentieri Metropolitani nasce per dare il là e accompagnare chi desidera camminare attraverso Milano in modo nuovo. Presentato ieri all’Expo Gate di Milano il progetto Sentieri Metropolitani, frutto della lunga esperienza dell’associazione Trekking Italia.
Una app per 10 sentieri urbani: Sentieri Metropolitani
È semplice da utilizzare, contiene oltre le mappe dei sentieri urbani e non, racconti, descrizioni di luoghi, contenuti multimediali, testimonianze: la app Sentieri Metropolitani è un ottimo strumento, gratuito, che invoglia a camminare, genera curiosità, sprona anche i più pigri.

È chiaro sin da subito che chi l’ha ideata ama percorrere a piedi strade, anche di chilometri, perché ha pensato a tutto: sia alle necessità pratiche che alle cose futili ma utili. Trekking Italia, che dagli anni 80 attraversa non solo l’Italia, ma il mondo a piedi, ha la giusta esperienza e passione per affrontare e portare a termine un progetto simile che ha trovato l’appoggio e il supporto economico di grandi realtà come Coop e Fondazione Cariplo e di una azienda, Aku, che del camminare ha fatto il suo business.
I percorsi ora visualizzabili grazie alla app sono 10, tutti partono dal centro città per dirigersi verso la periferia. Lo scopo è quello di descrivere e percorrere tutte le facce di Milano: tutte le zone hanno la stessa dignità pur con peculiarità molto differenti tra loro, tutte meritano di essere conosciute, valorizzate e scoperte.
Storie raccontate camminando
Le città vanno raccontate da chi le abita, da chi le conosce e da chi le ama e le odia anche. Così Sentieri Metropolitani ha avuto tra i suoi ideatori uno scrittore che viene spesso associato alla città di Milano che nelle sue storie è quasi un personaggio:Gianni Biondillo. Proprio lui che del raccontare ha fatto un mestiere ed è, oltre che scrittore, architetto e psicogeografo, ha partecipato alla narrazione di questo progetto. Camminatore e conoscitore della città ha sottolineato il valore e la potenza narrativa di quest’idea che diventa sociale oltre che urbana. Se percorrendo i sentieri tracciati, ascoltiamo le storie di quei luoghi da chi li ha vissuti e conosciuti, camminare non è più solo un atto fisico ma un’esperienza di vita. È il valore in più di Sentieri Metropolitani che non è solo una app da cui ci si aspetta che funzioni a dovere. (Lifegate)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.