La vittoria dei Fratelli Musulmani

Approfondimenti

Milano 30 Novembre – Mentre una buona parte dei Paesi europei si sta coalizzando con la Russia per contrastare l’ISIS in Siria ed in Iraq, in Italia stiamo assistendo ad una silenziosa vittoria della Fratellanza Musulmana.

Gran Bretagna, Francia, Russia e Germania, sono ormai ad un passo dalla creazione di un’asse che condurrà alla disfatta di Daech, un’asse che gioverà anche alla Russia, considerato che, la Francia in questi giorni sta lavorando alla cancellazione delle sanzioni adottate contro Mosca dopo il suo coinvolgimento nella guerra in Ucraina e che darà alla Russia la possibilità di fermare definitivamente il genocidio della popolazione russofona del Donbass ad opera del governo fantoccio di Kiev.

L’Italia, invece, continua con la sua politica estera pusillanime, continua, tramite i mass media, a fare dei distinguo tra un immaginario Islam integralista ed un Islam moderato, continua, trasmettendo notizie false tramite la televisione di stato a proteggere il terrorismo islamico e la notizia lanciata alcuni giorni fa da Rai News ne è l’ennesima conferma.

“Adolescente palestinese uccisa dalla polizia israeliana”, questa la notizia della Rai ma la realtà è che l’adolescente è stata realmente raggiunta dal fuoco della polizia ma questa ragazza, questa terrorista ha ucciso un anziano arabo israeliano, che aveva scambiato per ebreo, e subito dopo si era scagliata con la stessa ferocia omicida verso un altro passante. Un agente di polizia, al fine di fermare la mattanza, ha preferito esplodere alcuni colpi, che hanno raggiunto la giovane terrorista, uccidendola. Forse i giornalisti della Rai, se qualcuno stesse accoltellando i loro parenti, i loro figli, i loro colleghi, lascerebbero fare, anche se fossero armati, questi giornalisti, non reagirebbero, forse preferirebbero vedere i loro amici, parenti, figli e colleghi morti anziché aiutarli,anziché salvarli. Oppure sono troppo abituati a contrastare le Forze dell’Ordine, colpevolizzandole e criminalizzandole a favore dei loro amici politicamente corretti.

Intanto, però, i Fratelli Musulmani, di cui l’Isis è il braccio armato, così come l’IRA lo era per l’irlandese partito del Sinn Fein, sta riportando numerose vittorie in Italia: falsa informazione, antisemitismo sempre più presente nella società italiana, la trasformazione dell’Italia in un vero e proprio hub di transito di terroristi ed armi per il Jihad (prima vi fu il Lodo Moro oggi abbiamo un Lodo Alfano in materia) e non ultimo la graduale cancellazione delle tradizioni legate alla fede cristiana, come il Natale. Quindi, cari italiani, state tranquilli, attentati non ne faranno, i nostri servizi segreti sono bravi, o almeno, potrebbero essere bravi se potessero fare il loro lavoro anziché dove fare da bancomat per i terroristi. Diciamoci la verità: con l’attuale ministro degli Interni che non è in grado di contrastare la micro criminalità come potete sperare, se non pagando il pizzo, di evitare attentati in Italia? O si paga un “pizzo” oppure gli si assicura, come fece Moro con l’OLP, ci si accorda affinchè siano liberi di fare quello che vogliono in territorio nazionale senza però coinvolgere la popolazione italiana in atti criminosi. Certo l’incidente può capitare, come a Bologna.

Il problema però, è che l’Italia viene svenduta, viene svuotata, viene colonizzata. La sua popolazione viene tradita, sottomessa, considerata una popolazione di serie B senza dignità; una popolazione da impoverire e da tenere frammentata.

Avete sentito di quello che sta realmente accadendo in Europa? Certo che no! Eppure in Francia, in Germania, in Danimarca, in Polonia, la gente è scesa in strada in massa per contrastare l’invasione islamica; le popolazioni di questi stati hanno protestato, sindaci compresi, per salvaguardare la loro fede, la loro religione, i loro ideali, le loro radici, la loro cultura superiore alla sottocultura islamica, e le loro tradizioni. Ma voi no.  Voi, drogati dal politicamente corretto, vi fate cancellare dalle scuole il presepe, vi fate cancellare la festa del Natale, vi fate cancellare anche la Pasqua che verrà ribattezzata “festa della primavera”, vi fate cancellare la vostra cultura, vi fate cancellare le vostre tradizioni ed i vostri simboli; vi state facendo cancellare e non avrete neanche la consolazione di vivere, un giorno, in una riserva come una minoranza. Yazidi docet. E l’Islam sta vincendo il suo Jihad in Italia.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.