“Giovanna D’Arco torna in città”

Cultura e spettacolo

Milano 26 Novembre – Dal 26 novembre al 13 dicembre proiezioni, concerti, spettacoli, conferenze e laboratori dedicati all’opera verdiana che inaugura la stagione scaligera. Tra i protagonisti della Prima Diffusa: Patti Smith, Riccardo Chailly, Carla Fracci, Monica Guerritore e molti altri  

“Giovanna D’Arco torna in città”, un ricco calendario di oltre 50 eventi dedicati a Verdi e a “Giovanna D’Arco”, l’opera che inaugurerà la stagione scaligera di quest’anno, diretta da Riccardo Chailly. Dal 26 novembre al 13 dicembre in città, si alterneranno proiezioni, concerti, spettacoli, conferenze, laboratori ispirati e dedicati alla musica del grande compositore.

Cuore delle iniziative della Prima Diffusa saranno le proiezioni della Prima della Scala nelle nove zone di Milano tra cui: Teatro dal Verme con ritiro dei biglietti presso la biglietteria del teatro, in distribuzione gratuita a partire dal 1 dicembre 2015 (da martedì a sabato, dalle 11,00 alle 19,00); al MUBA alla Rotonda della Besana dove saranno organizzati laboratori per bambini su Giuseppe Verdi durante la proiezione; all’Ottagono in Galleria Vittorio Emanuele II, a cura della Fondazione Teatro alla Scala;  al Teatro IN-Stabile alla II Casa di reclusione di Milano – Bollate con prenotazione obbligatoria; alla Casa delle Associazioni e del Volontariato Zona 8 /Villa Scheibler; e all’Auditorium del Museo delle Culture, che sarà preceduto dalla lezione interattiva del Maestro Fabio Sartorelli.

Durante la settimana che precede la Prima, saranno diffusi in Galleria Vittorio Emanuele II e nei mezzanini ATM delle stazioni Duomo e Cadorna i brani dell’opera verdiana.
pereira
Tra i principali appuntamenti in rassegna “Lezione introduttiva all’opera”, incontro con Alexander Pereira, sovrintendente e direttore artistico del Teatro alla Scala e i detenuti del carcere di San Vittore che si terrà il 27  novembre, alle ore 15,00 alla Casa circondariale San Vittore. Sabato 5 dicembre, alle ore 19,00 allo Spazio Teatro 89 (via Fratelli Zoia 89) in programma “150 anni dopo – Con Giovanna d’Arco la Scala riscopre la sua tradizione” dialogo pubblico tra il Maestro Riccardo Chailly e l’Assessore alla Cultura Filippo Del Corno.

Lunedì 30 novembre, alle ore 18, al Ridotto dei Palchi Arturo Toscanini del Teatro alla Scala, si terrà l’incontro con il Maestro Alberto Rizzuti, curatore dell’edizione critica dell’opera, con la partecipazione del Maestro Riccardo Chailly. Domenica 6 dicembre, alle ore 18,30, a Palazzo Edison, in Foro Bonaparte 31, si terrà “Patti Smith VS Giovanna d’Arco: storie di donne simbolo di libertà”. Glastonbury Festival of Contemporary Performing Arts 2015Patti Smith svela la sua grande passione per l’opera lirica dialogando con Gaia Varon, musicologa e giornalista e Don Luigi Garbini della Arcidiocesi di Milano. Sempre nella sede di Edison, altri due appuntamenti: il 2 dicembre alle 18.30 i solisti dell’Accademia di perfezionamento della Scala interpretano i capolavori di Giuseppe Verdi nel concerto Da Giovanna d’Arco a Falstaff; e mercoledì 9 dicembre alle 18.30 “Contro-corrente. Giovanna d’Arco e noi”, l’incontro moderato dalla giornalista Roberta Scorranese con l’étoile della Scala Carla Fracci, l’attrice Monica Guerritore e la scrittrice Silvia Ballestra.

Lunedì 7 dicembre, alle ore 15,45, alla Triennale è previsto “Maratona Scaligera”: lettura corale di Paura alla Scala, classico racconto di Dino Buzzati, eseguita tra gli altri da Andrea Kerbaker e Marta Morazzoni, Pier Luigi Vercesi e Anna Nogara. A fare gli onori di casa sarà il Presidente della Triennale Claudio De Albertis.

“Giovanna D’Arco torna in città” riserva una particolare attenzione ai bambini con una serie di attività organizzate al MUBA e a WOW Spazio Fumetto dove è aperta la mostra e progetti nelle scuole a cura dell’Accademia del Teatro alla Scala.

Per ulteriori informazioni:
www.facebook.com/primadiffusa/

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.