Treno bloccato da sconosciuti fra Domodossola e Bovisa. Passeggeri a piedi nella galleria.

Cronaca

Milano 18 Novembre – Odissea per i pendolari di un treno che è rimasto bloccato “45 minuti” in galleria nei pressi della stazione ferroviaria urbana Domodossola. Quella che sembrava inizialmente un’avaria è stato in realtà uno stop imposto da una mano ignota che ha azionato il freno d’emergenza in modo indebito. E’ accaduto alle 7.50 sul treno 818 da Saronno (partito alle 7.23 e previsto a Cadorna alle 7.58) soppresso fra le stazioni di Milano Bovisa e Milano Domodossola. Il treno è rimasto fermo in linea e si sono rese necessarie le operazioni di recupero. I passeggeri sono quindi scesi dal convoglio che è andato in blocco, come accade di solito quando viene azionato il freno d’emergenza. Lo hanno fatto solo quando hanno avuto disposizioni da parte degli addetti e hanno quindi dovuto percorrere a piedi in galleria il tratto sotterraneo che li separava dalla fermata di Domodossola. Una soluzione presa solo dopo che il traffico fra Cadorna e Bovisa era stato chiuso da Trenord per consentire ai passeggeri di percorrere in sicurezza il tratto di marciapiede laterale. La chiusura della tratta ha provocato ritardi fino a 30 minuti e il treno 125 (Milano Cadorna 9:00 – Como Lago 9:55) è cancellato per il guasto al treno che lo precedeva in linea. Ripercussioni anche su altre tratte, disagi per migliaia di utenti diretti a Cadorna da Varese, Como, Novara, Saronno e Malpensa. Ben 18 treni hanno infatti registrato ritardi fino a 30 minuti e 8 sono stati soppressi.

LA REAZIONE – Trenord parla di “atto gravissimo e intollerabile” e annuncia che “sta procedendo all’acquisizione delle immagini registrate dalle telecamere interne del treno e sporgerà denuncia”,prefigurando il possibile “reato di interruzione di pubblico servizio”. Durante le operazioni di ripristino del convoglio la circolazione dei treni diretti verso il centro della città è stata attestata alla stazione di Milano Bovisa; regolare la circolazione nel Passante milanese. (Il Giorno)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.