Expo: 60 metri di pasta, con 52 ripieni diversi, apoteosi della tradizione culinaria dell’Emilia Romagna

Cronaca

Milano 23 Settembre – Un’esibizione all’insegna della miglior tradizione emiliano-romagnola e un’esposizione da far brillare gli occhi  quelle a cui si è assisto ieri ad Expo Milano 2015. Dal Tortello con la coda di Piacenza ai Cappellacci di Ferrara; dall’Anolino di Parma ai Tortelli ripieni di castagne della Bassa Modenese. E ancora: i tortellini bolognesi ripieni di prosciutto e mortadella, oppure con cipolla e Parmigiano, senza dimenticare i Cappelletti con pane e peperoni e i tortelli con lo stracotto.
Grande protagonista ieri a Expo è stata l’eccellenza della tradizione gastronomica dell’Emilia Romagna: oltre 40 “Mariette”, donne specializzate nel tirare la sfoglia, hanno impastato e tirato più di 60 metri di pasta con ben 52 ripieni diversi, provenienti da tutte le provincie della regione, da Piacenza sino a Rimini. Un vero e proprio “record” realizzato sotto l’attenta regia di 52 chef dell’associazione “CheftoChef”, in occasione della settimana dell’Emilia Romagna, che ha attirato la curiosità e “ingolosito” i visitatori dell’Esposizione Universale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.