L’ora più buia è l’ora delle Sentinelle

Approfondimenti Società

Milano 15 Settembre – Questo Autunno in Parlamento assisteremo all’ultimo assalto ad una visione della Società che ci ha servito bene e fedelmente per almeno cinque millenni. Cancellata perchè i desideri di qualcuno, attraverso l’imperio e la coercizione del Leviatano, diventino il giogo sotto cui opprimere un’intera società. Mai, nella storia d’Italia, si era visto così tanto disinteresse per cambiamenti così epocali. Si è iniziato cercando di imbavagliare il dissenso con la Legge Scalfarotto. Una legge liberticida che impediva qualsiasi iniziativa di protesta contro la distruzione dell’istituzione familiare. Una, l’ennesima a dire il vero, legge ignobile che, però, ha avuto un effetto positivo. Ha risvegliato tante coscienze. Tante anime che di fronte all’ipotesi di essere ridotte al silenzio ed all’oblio, hanno reagito. Si sono alzate in piedi e hanno opposto ai futuri tiranni l’arma che essi, per natura, temono di più. Silenzio ed indifferenza.

Le Sentinelle in Piedi nascono così, nel silenzio e nella contemplazione. Leggendo. Ferme. Senza rumore. Bolle di eterno nel vortice rumoroso ed effimero delle nostre città. Delle nostre vite. Oasi di pace che rifiutano di essere spazzate via. Assediate costantemente da contestatori che urlano, insultano, dileggiano e provocano. Che rimangono ferme di fronte al Male, senza retrocedere e senza cedere neppure un metro. Anche quando vengono aggredite. Anche quando il male pare essere troppo pericoloso. Le Sentinelle vigilano perchè il Caos non passi, non si imponga, non imponga il Presente. Le Sentinelle vegliano sull’Eterno e lo preservano in società che hanno perso di vista i valori che non passano. La Vita, la Libertà e il Diritto al Dissenso. Ecco questi Militi dell’Eterno hanno vegliato per due anni e la loro battaglia ha tenuto il drago fermo. Questo autunno, però, dovranno fronteggiare altri due assalti.

Il primo è il Ddl Crinnà sul matrimonio che non è un matrimonio, ma che in realtà lo è. Questo simulacro, il vitello d’oro del nostro tempo, il feticcio di una parte del mondo gay, incombe sulla politica nostrana come una nube lontana. Al momento nessuno ne parla. Non fatevi ingannare, è tutta tattica. Sanno che un dibattito compiuto ed ampio li vedrebbe sconfitti, come è sempre avvenuto. Ricordate i Dico, i Pacs e quant’altro? Sono morti tutti perchè la luce, la trasparenza ed il confronto sono nefasti a questi progetti. In fondo, qualsiasi cosa la gente possa rispondere ai sondaggi, non ha alcuna voglia di vedere i bambini con due padri. Non prendiamoci in giro, è questo il nocciolo. Consentire che degli orfani siano adottati, restando orfani a vita. Senza una madre o senza un padre. Purchè l’adottante veda soddisfatto il suo desiderio. Mutato in diritto dalla volontà empia del Leviatano. I numeri in aula ballano. E non è detto che Renzi rischi il blitz. Per questo le Sentinelle vigileranno. Perchè se ne parli. Perchè Il Caos non inghiotta la Democrazia. Quella vera. Quella dell’agorà. Non quella delle segrete stanze dove le minoranze possono diventare prima maggioranze e poi tirannidi.

Il secondo è l’insinuarsi velenoso del gender nelle scuole. L’assurda pretesa che uomini e donne si diventi. L’indifferenza sessuale venduta come difesa delle donne dalla violenza. Altro tentativo di rifare l’uomo ad immagine e somiglianza di un idolo. Tutte cose già viste nella storia. Tutte cose che tornano, frutti avvelenati dell’incontro tra idee bislacche e invincibile volontà del Leviatano, la Grande Bestia che viene dal mare e trasforma i desideri in diritti, chiedendo in cambio solo la libertà, il futuro e la dignità di intere nazioni. Eravamo stati avvisati che sarebbe successo. Non abbiamo saputo vigilare. Abbiamo, però, ancora una possibilità di riscatto.

Scendere in piazza, in silenzio, con un libro in mano. Perché l’Eterno prevalga, ancora una volta, sull’Effimero.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.