Sit-in dei centri sociali davanti alla Prefettura: l’ultima pagliacciata degli amici di Pisapia

Milano
Milano 25 Agosto – La ridicola pretesa dei controllati che si oppongono ai controllori perché svolgono il loro lavoro è l’ennesima farsa a cui ci tocca assistere in questa città martoriata dalle occupazioni. Ieri, dopo aver manifestato davanti alla sede ALER di viale Romagna, antagonisti e comitati per la casa hanno inscenato una protesta davanti alla Prefettura rea di avere allontanato centinaia di occupanti abusivi come il proprio dovere impone. Casus belli l’eclatante sgombero della palazzina di via Comacchio 1 di settimana scorsa. Uno “sgarro” che gli autonomi non sono riusciti a digerire nonostante il Comune abbia manifestato solidarietà nei confronti degli abusivi allontanati dallo stabile, promettendo loro di trovargli quanto prima una nuova sistemazione. Siamo certi che il Prefetto non darà l’ordine d’identificare i manifestanti – non autorizzati – che ben conosciamo per il loro radicamento nel quartiere popolare di San Siro dove agiscono indisturbati organizzando rave e spalleggiando, se non addirittura aiutando, chi occupa illegalmente i 4.000 alloggi in tutta Milano. Ci auguriamo che il Comune dia meno attenzione a chi vive nell’illegalità perché chi utilizza questi metodi merita di essere attenzionato solo dalle Forze dell’Ordine. A presidio delle periferie abbandonate dalla giunta PD-Pisapia tornino i militari.
Alessandro De Chirico 

 

Milano Post

Milano Post è edito dalla Società Editoriale Nuova Milano Post S.r.l.s , con sede in via Giambellino, 60-20147 Milano.
C.F/P.IVA 9296810964 R.E.A. MI – 2081845

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.